Quantcast
Fiera

Per gli appassionati di natura, caccia e vita all’aria aperta torna al centro fiere del Madonnino il Game Fair

Savoia Esercito a Game Fair

Ascolta "IlGiunco.net Podcast - Le news di oggi 30 marzo 2022" su Spreaker.

BRACCAGNI - Dopo il grande successo della scorsa edizione, torna nel Centro Fiere del Madonnino a Grosseto, nei giorni 9,10,e 11 settembre 2022 il Game Fair Italia giunto alla sua 31° edizione.

La grande festa dell’Outdoor italiana proporrà come sempre un programma ricco di attrazioni, ed i visitatori potranno avvicinarsi al mondo delle armi sportive, del tiro, del mondo venatorio e della vita all’aria aperta, partecipando in modo attivo a prove pratiche, assistendo a show e spettacoli a ciclo continuo e visitando il villaggio con tutti i prodotti delle discipline rappresentate.

Un' occasione unica e straordinaria di vivere le proprie passioni e coniugarle con emozioni che solo il Game Fair riesce a dare.

Viene confermata la data di settembre periodo ideale in Maremma, con temperature gradevoli e condizioni climatiche stabili, a ridosso dell’apertura stagione venatoria, offrendo anche alle famiglie ed ai più giovani la possibilità per passare un’intera giornata immersi nelle emozioni che solo questa manifestazione sa regalare.

Per il settore della caccia e delle armi, il Game Fair rappresenta un’occasione unica per mostrarsi al grande pubblico con un messaggio positivo in un’ottica diversa anche per i più scettici di questo comparto, promuovendo un contesto che esalta la vita all’aria aperta e la natura.

Il Game Fair entra di diritto fra le manifestazioni da custodire gelosamente e alimentare ogni anno, rappresentando un mondo che sembra perduto, fuori dalla quotidianità ma che deve essere necessariamente riscoperto.

L’edizione 2022 partirà dai dati numerici dello scorso anno, dove nei tre giorni fieristici si sono susseguiti 280 eventi, sono stati impegnati negli spettacoli 75 cavalli e 60 cani, sono stati 20 i grandi volatili che hanno volteggiato nel cielo del Game Fair, 3.167 le serie sparate sulle magnifiche 9 linee open, per un totale di 38.000 tiri, dove sono stati utilizzati 30 fucili in prova, erano 4 i poligoni no fire distribuiti su 5 aree interattive.

“E’ difficile tenere in moto la grande macchina del Game Fair - commenta il residente di Grossetofiere Andrea Masini - è una manifestazione che va amata e organizzata senza pensare di ricavare utili di bilancio,   allestire i grandi spazi che la caratterizzano comportano costi difficilmente compensabili, nonostante ciò da quando abbiamo acquisito questa manifestazione ce la teniamo stretta e continueremo ad investirci proprio per la sua unicità sicuri che in futuro saprà ripagare gli sforzi effettuati”.

“Contiamo molto nella partecipazione delle rappresentanze venatorie e delle case armiere - commenta il direttore di Grossetofiere Carlo Pacini - che non hanno mai abbandonato la manifestazione, l’innalzamento dell’età media dei praticanti della caccia spinge verso una radicale inversione di tendenza per mantenere in vita il settore, il Game Fair in questo contesto diventa quindi non solo necessario ma obbligatorio rappresentando una grande occasione di promozione e sviluppo per tutto il comparto”.

Sarà un grande Game Fair gli ingredienti ci sono tutti e come sempre non deluderà i numerosi visitatori che ogni anno raggiungono la Maremma da tutto il territorio nazionale.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie de IlGiunco.net iscriviti gratis alla nostra newsletter. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella postale alle 19. Basta cliccare QUI

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI