Cronaca

Striscioni e cartelli davanti al tribunale: «Voglio giustizia»

Protesta giustizia Justo Veron

GROSSETO – È arrivato davanti al tribunale con una bici e un carretto, ha tirato su un palo, e ci ha attaccato due striscioni per chiedere giustizia.

Si chiama Justo Veron, nella vita falegname, vive a Grosseto, con la famiglia, anche se è originario dell’Argentina.

Secondo il suo racconto tutto sarebbe iniziato da un contratto d’affitto per una casa, a Marina di Grosseto. Veron racconta di aver pagato in anticipo e che il proprietario avrebbe invece finto di non aver ricevuto i soldi, dopodiché l’uomo sarebbe andato a fare denuncia, finita però con un’aggressione.

La sua denuncia però, sempre secondo il suo racconto, non sarebbe stata presa in considerazione e così questa mattina è andato davanti al tribunale di Grosseto per protestare e «chiedere giustizia».

L’uomo ha creato anche una pagina Facebook per spiegare i motivi della sua protesta LINK alla pagina.

Più informazioni
leggi anche
green pass non valido
Cronaca
Si incatena per un giorno intero al distretto: «Mia figlia è senza green pass dopo la terza dose»
Massimiliano Pepi (incatenato)
La protesta
Ristoratore grossetano si incatena a Montecitorio per protesta: «Ora basta, fateci lavorare»
Michele Rossi Ape incatenato
Grosseto
Si incatena sotto il Comune: «Voglio un posto dove vivere. Mi hanno tolto la dignità»
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI