Salute

Infermieri inForma – Incendio e inalazione da fumo: alcune nozioni e consigli pratici

Infermieri Informa

GROSSETO – In occasione, o successivamente dopo lo scoppio di un incendio, Secondo i dati della Croce Rossa Italiana, il 57,6 per cento dei decessi è causato dall’aspirazione dei gas tossici.

L’inalazione di piccole quantità di fumo di solito non causa effetti gravi, duraturi. Tuttavia, se il fumo contiene sostanze chimiche nocive o è particolarmente denso, o se l’inalazione è prolungata, si possono sviluppare gravi problemi.
L’inalazione di fumo può causare problemi in diversi modi:
Soffocamento da monossido di carbonio. Se inalato, il monossido di carbonio impedisce al sangue di trasportare l’ossigeno, quindi i tessuti non ne ricevono a sufficienza.
Avvelenamento da sostanze chimiche tossiche. Molte sostanze di uso domestico e industriale durante la combustione rilasciano cianuro, causando un avvelenamento da cianuro.
Danni da sostanze chimiche tossiche alla trachea, alle vie respiratorie, e/o ai polmoni. L’inalazione di sostanze chimiche presenti nel fumo può causare edema e danneggiare la trachea e perfino i polmoni. Alla fine, si restringono anche le piccole vie aeree polmonari, riducendo ulteriormente il flusso d’aria.
Infine si possono verificare ustioni della bocca e della gola da gas ad alta temperatura.

Sintomi dell’inalazione di fumo.

I sintomi dell’avvelenamento da monossido di carbonio includono cefalea, nausea, sonnolenza, stato confusionale e coma.
Il danno alla trachea, alle vie respiratorie o ai polmoni può causare tosse, respiro sibilante e/o respiro affannoso. Questi sintomi possono manifestarsi immediatamente o svilupparsi nell’arco di 24 ore.
Le ustioni della bocca e della gola causano gonfiore, che può rendere difficoltosa l’inspirazione. Il soggetto può avere fuliggine in bocca o nel naso, i peli del naso bruciati o ustioni intorno alla bocca.
Quando scoppia un incendio la prima cosa da fare è chiamare i soccorsi (115 o il NUE – Numero Unico Emergenza – 112). La cosa più complicata da mettere in atto è mantenere la calma, ragionare, e non farsi prendere dal panico. E’ importante infatti non aprire subito le porte per evitare che l’incendio o i fumi provocati dall’incendio, raggiungano la zona della casa in cui vi trovate.
Detto questo Se sei solo in casa e si attiva un incendio: 
– Prendi con te le chiavi della porta d’ingresso;
– Esci di casa, se puoi;
– Scendi con calma le scale senza correre;
– Di regola le scale sono un luogo ben protetto dalla fiamme;
– Non usare l’ascensore;
Se non riesci a uscire per vari motivi o perché sei bloccato dal fuoco: 
– Chiudi la porta della stanza dove c’è l’incendio e tutte le porte tra te e l’incendio;
– In Italia gli appartamenti, di solito, sono contenuti in una specie di guscio di cemento armato che confina il fuoco meglio di altri materiali, evitando che si propaghi velocemente ad altri appartamenti;
– Se puoi cerca di sigillare ogni fessura con stracci, coperte o nastro adesivo in quanto una porta chiusa riesce a contenere il fuoco per circa 10/15 minuti;
– Se è accessibile un balcone, raggiungilo e avvolgiti, se puoi, in una coperta bagnata e attendi i vigili del fuoco che arriveranno in poco tempo.
– Sdraiati sul pavimento dove l’aria è più respirabile. Proteggi naso e bocca con fazzoletti o altri indumenti possibilmente bagnati. L’acqua nella tua stanza la trovi aprendo il rubinetto del termosifone ove è possibile;

QUANDO STAI LASCIANDO UN EDIFICIO IN FIAMME

Prima di aprire qualsiasi porta controlla con il dorso della mano se è calda. In tal caso non aprirla (il calore indica che il fuoco è vicino); se invece è fredda aprila lentamente per verificare se l’ambiente sia già stato invaso dal fumo (in questo caso richiudi immediatamente la porta);
Se non ci sono persone all’interno, esci e chiudi porte e finestre dei locali incendiati (l’aria alimenta il fuoco), ma non a chiave dato che dovranno entrare i Vigili del Fuoco;
Proteggi naso e bocca con fazzoletti o altri indumenti possibilmente bagnati;
Non utilizzare mai l’ascensore;
Se ti trovi in un edificio a più piani e l’incendio si è sviluppato ai piani inferiori, sali in alto in attesa dei soccorsi, segnalando la tua presenza.
leggi anche
Infermieri Informa
Attualità
Infermieri InForma: oggi parliamo del tumore del colon retto
Infermieri informa
Salute
Infermieri inForma – Occhio agli occhi: il glaucoma
Infermieri Informa
Salute
Infermieri inForma: la vitamina D una nostra alleata
Infermieri Informa
Salute
Infermieri InForma – L’uso prolungato della nuova tecnologia e il dolore alle mani: consigli e suggerimenti
Infermieri informa
Salute
Infermieri inForma: calo di pressione improvviso, come comportarsi?
incendio via Damiano Chiesa
Cronaca
Incendio via Oberdan: 14 famiglie fuori casa. Salvate con l’autoscala due donne rimaste intrappolate in terrazza
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI