Quantcast
Green pass

Sul traghetto anche con il green pass base, Spadi: «Solo per motivi di salute, lavoro o studio»

Maregiglio - Traghetto

GROSSETO – Sul traghetto anche con il green pass base, ma solo per comprovati motivi di studio, salute, lavoro e alta formazione. È questa la mozione approvata ieri all’unanimità dal Consiglio regionale su proposta di Marco Landi, consigliere regionale Lega, ed emendata dai consiglieri del Partito democratico, Gianni Anselmi e Donatella Spadi.

Con l’approvazione del Consiglio regionale, adesso, sarà possibile spostarsi da e per le isole attraverso l’utilizzo del green pass base solo per comprovati motivi, per il resto resteranno in vigore le normative imposte dal Governo sull’utilizzo della certificazione verde rafforzata nei trasporti pubblici e privati.

“Il Partito democratico – spiega Donatella Spadi, consigliere regionale Pd e membro della commissione sanità – ha deciso di votare la mozione proposta da Landi solo dopo che sono stati accettati gli emendamenti proposti. Con questa mozione la Regione Toscana si collega alle direttive del Ministero della Salute, che fino al 10 febbraio ha consentito lo spostamento sui traghetti anche con l’utilizzo del green pass base ma solo per comprovati motivi”.

“La nostra approvazione – continua il consigliere – deriva dall’esigenza di andare incontro alle richieste dei cittadini che vivono sulle isole minori dell’Arcipelago toscano, come l’Isola del Giglio, Capraia, Montecristo, Pianosa, Giannutri, Gorgona ed Elba. Salute, lavoro e studio restano un diritto fondamentale di ogni uomo e ancora non vincolato da certificazione rafforzata, per questo non era possibile mettere un veto sugli spostamenti attraverso il traghetto, unico mezzo di trasporto che collega le isole alla terraferma”.

“Questo non vuole essere un ammiccamento ai no-vax o no-green pass – conclude Spadi –. Il Partito democratico resta fermo sull’importanza della vaccinazione. Per questo, tra gli emendamenti inseriti nella mozione della Lega, abbiamo voluto scrivere nero su bianco che la Regione Toscana si faccia carico, attraverso la Conferenza Stato-Regioni, di pensare a un piano che salvaguardi gli spostamenti dalle isole, allo stesso tempo non consentendo libertà di azione a tutte quelle persone che, non vaccinate, trovano in questa disposizione una sorta di via di uscita”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI