Quantcast
Lutto

È morto Ivano, la comunità lo piange: figura storica del calcio maremmano e del mondo del volontariato.

Ivano Sonnino

BRACCAGNI – Braccagni piange la scomparsa di Ivano Sonnini. Persona conosciuta in paese, dove per decenni aveva gestito insieme alla moglie Rosanna il locale distributore di benzina e dove era stato impegnato nel volontariato con la Croce Rossa, ma anche in tutta la provincia per il suo ruolo di dirigente calcistico nel quale aveva frequentato per anni gli ambienti del Braccagni, della Castiglionese e del Grosseto.

Classe 1938, persona schietta e diretta, Ivano Sonnini era sempre pronto a dare una mano agli altri e, attraverso il suo impegno paesano, soprattutto nel mondo del pallone ma non solo, in cui aveva seguito i figli Fabrizio, imprenditore ed ex responsabile del settore giovanile biancorosso ai tempi di Camilli, e Gabriele, commerciante, ed ex calciatore di punta del calcio dilettantistico maremmano, aveva visto crescere generazioni di giovani, oggi diventati adulti.

Fino a poche settimane fa era possibile incontrarlo in paese, in particolar modo all’edicola dove si recava quotidianamente per l’acquisto dei giornali, poi le sue condizioni di salute si erano aggravate costringendolo ad una delicata operazione da cui, purtroppo, non si è ripreso, lasciando profonda tristezza nella famiglia e in tutta la comunità di Braccagni che domani, alle 10,30, gli darà l’ultimo saluto con i funerali che si svolgeranno nella locale Chiesa di San Guglielmo.

La salma si trova adesso all’obitorio dell’ospedale Misericordia.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI