Quantcast
Manciano

Dionisi: «Approvato il bilancio, ma il consiglio comunale doveva essere trasmesso in streaming»

Fiorenzo Dionisi

MANCIANO – «Ieri pomeriggio, dopo una seduta consiliare finita nella tarda serata, la maggioranza dell’amministrazione comunale di Manciano ha approvato il bilancio di previsione per l’anno 2022».

Così il consigliere comunale di minoranza Fiorenzo Dionisi del “Gruppo Consiliare Indipendente” che prosegue: «L’approvazione del bilancio di previsione è un atto politico e amministrativo, che dovrebbe avere il massimo coinvolgimento dei cittadini. Purtroppo, la situazione pandemica, ancora lontana ad essere dominata, non ha permesso la partecipazione della cittadinanza al dibattito. Sarebbe stato opportuno, quindi, che la seduta fosse stata trasmessa in modalità streaming, ma questa maggioranza ha sempre evitato di ampliare al massimo la partecipazione dei nostri concittadini».

«Lo strumento fondamentale che permette ai cittadini di comprendere al meglio la visione politico amministrativa dell’amministrazione comunale è il “Documento Unico di Programmazione” dove, in maniera ampiamente dettagliata, si esprimono le linee programmatiche per i prossimi tre anni – afferma Dionisi -. Leggendo il documento, si nota subito che la maggioranza ha portato in approvazione un programma previsionale che non prevede investimenti per i prossimi tre anni. Tutto ciò confermato sia dall’intervento dell’assessore al bilancio Roberto Bulgarini che dalle relazioni degli assessori. Inoltre la conferma di tutto ciò è ben evidenziata nella “premessa” al Dup dove si recita: “l’obiettivo prioritario è quello di completare i lavori iniziati negli anni precedenti.”. Un bilancio di fine mandato veramente “onirico”».

«Conseguentemente nel prospetto contabile del piano triennale delle opere, non vengono indicati importi superiori ad euro 100mila euro. Pertanto, anche, i necessari impegni finanziari per la ricostruzione dell’edificio scolastico di Saturnia, chiuso con ordinanza dal 14 ottobre 2021, non sono ancora stati quantificati. A riguardo siamo fortemente in ritardo per comunicare agli alunni e ai loro genitori la certezza, su quali “siti logistici”, sarà svolta l’attività scolastica.
Infine, non si comprende perché non siano stati inseriti dei progetti mai presi in considerazione nel triennio precedente, che con l’avanzo di amministrazione al 31.12.2021 avrebbero potuto essere realizzati, come: la riqualificazione della cinta muraria di Saturnia; l’intervento per la messa in sicurezza della “cappella storica”, al cimitero di Saturnia; la richiesta di acquisizione della custodia, mediante convenzione, dell’Alveo area “Cascatelle del Molino”, per poter, finalmente impegnare le risorse finanziarie, necessarie alla creazione di una “Piattaforma tecnologica” per una gestione controllata dei flussi turistici al suddetto sito. È stata approvata dalla maggioranza, anche con il mio voto favorevole, la proposta sull’applicazione dell’articolo n. 13 comma 3 L.R. 30/2003 su tutto il territorio comunale».

«Infine, con il voto contrario della maggioranza, è stata respinta la mozione al punto 10 dell’ordine del giorno, da me presentata al consiglio comunale sul progetto di Banca Tema: “Il consiglio comunale, impegna il sindaco e la giunta comunale, nel più breve tempo possibile, ad approvare, un atto di indirizzo politico-amministrativo, per acquisire al patrimonio comunale, l’area afferente la cava di travertino, dismessa in Saturnia denominata “Buca”, di proprietà di Banca Tema, che ha manifestato la volontà di cedere tutta l’area, sopra citata, a titolo gratuito, al Comune di Manciano, con l’impegno a realizzare, con risorse proprie, la progettazione già ultimata e approvata dalla Soprintendenza. Un progetto che si fonda su criteri di sostenibilità, nell’ottica di armonizzazione ambientale e, che ha come scopo la creazione di un sito per finalità diverse da quelle, solamente naturalistiche, ma in grado di restituire alla collettività un’area, attualmente privata, dedicata alla fruizione pubblica attraverso la realizzazione di spazzi aperti e sicuri per il tempo libero e le attività culturali. Inoltre, il consiglio comunale impegna il sindaco e la giunta ad inserire nel programma triennale delle opere pubbliche, le risorse propedeutiche alla realizzazione del progetto, prendendo anche in considerazione la possibilità di ricorrere ad eventuali finanziamenti, visto che: la solidità del bilancio del Comune di Manciano permette tale opzione; oltre a verificare l’opportunità di accedere alle risorse finanziarie del “PNRR”».

leggi anche
Roberto Bulgarini
Consiglio comunale
Manciano: «Abbiamo mantenuto la stessa Imu del 2020 e ridotto l’Irpef»
commenta