Quantcast
Abbigliamento

Anche Toscano presente a Pitti uomo. Marras: «La moda vale un terzo della manifattura regionale»

marras pitti

FIRENZE – Anche Toscano Alta Sartoria è presente da oggi e sino al 13 gennaio all’edizione 2022 di Pitti Uomo.

Si sono aperte stamani la 101° edizione di Pitti uomo e la 94° di Pitti bimbo che si svolgeranno, in contemporanea, fino al 13 gennaio nella Fortezza da Basso a Firenze. 630 aziende per l’uomo e 180 per il bimbo e qualche centinaio di buyer per una fiera che, seppur in versione ridotta, mantiene tutta la sua rilevanza per il settore.

Questa mattina l’assessore regionale Leonardo Marras ha visitato, tra gli altri proprio lo stand di Toscano: «Con Pitti si misura lo stato di salute della moda – afferma Marras -, un settore che vale oltre un terzo della manifattura toscana. La determinazione degli organizzatori è stata importante perché tornare a svolgere la fiera in presenza significa sostenere le imprese, soprattutto quelle più più piccole».

«Per la stagione invernale, Toscano presenta la sua collezione ispirandosi ai paesaggi country side della maremma Toscana, dove la libertà e i cinque sensi trovano appagamento» proseguono da Toscano.

«In tessuti arricchiti da fibre nobili, come il cashmere, alpaca e la seta; in velluti pregiati, bouclé pettinati e fantasie checks danno vita ad innovativi capi formali che traslano i dettami sartoriali su linee morbide e confortevoli dal fit ineccepibile» affermano da Toscano.

«In una palette di colori classici e irrinunciabili come il blu navy e il classico nero si affiancano tonalità calde che richiamano il paesaggio Toscano: dal verde mirto, per poi passare al bruciato terra di Siena ed al cammello terminando con il color panna, che funge da collante tra tutte le sinergie di colore».

commenta