Quantcast
Follonica

Baietti: «Polizia Municipale senza comandante, è una vergogna»

danilo baietti
Danilo Baietti

FOLLONICA – “Il Comune di Follonica è senza comandante di Polizia Municipale”, a dirlo il consigliere di Fratelli d’Italia Danilo Baietti, che ha presentato in merito un’interpellanza al sindaco Andrea Benini.

“Più di un anno fa – prosegue Baietti -, l’amministrazione comunale decise di prorogare l’incarico del comandante Bartoli, il quale, per raggiunti limiti di età, si sarebbe apprestato ad andare in pensione. Proprio per tale situazione fu deciso di incaricare Bartoli a titolo gratuito per un anno, così da permettere agli uffici di redigere, nell’anno 2021, un bando per l’assunzione del nuovo comandante. Il 2021 è passato, Bartoli è andato ufficialmente in pensione, lasciando il suo ruolo di vertice della Polizia Municipale di Follonica, ma ad oggi niente si sa del bando per la assunzione del nuovo comandante. Si mormora, in maniera non troppo velata, di un arrivo da Grosseto di Paolo Negrini, con chiamata diretta o mobilità, ma niente di ufficiale è ancora venuto”.

“Una situazione sicuramente vergognosa – afferma il consigliere di FdI -, l’amministrazione in un anno non è riuscita a redigere un bando e, così facendo, non solo ha dimostrato urbi et orbi la propria incapacità politica, ma ha lasciato Follonica senza un capo per gli agenti sul territorio. Una vergogna sicuramente doppia se si pensa a come il nostro Comando viva, ormai da svariati anni, una drammatica mancanza di personale, con pochissimi agenti a controllare il territorio e molti altri invece chiusi negli uffici a fare mansioni ‘da scrivania’” .

“Proprio per tutte queste motivazioni – spiega Baietti – ho protocollato una interpellanza al sindaco per sapere:
• le motivazioni che hanno portato alla non emissione del bando nell’anno 2021, così da arrivare a scadenza dell’incarico a Luciano Bartoli con un nuovo comandante già operativo;
• se risultano fondate le indiscrezioni di stampa affermanti la chiamata diretta a Paolo Negrini;
• le motivazioni che porterebbero questa Amministrazione ad effettuare una chiamata diretta anziché un bando pubblico, avendo avuto 12 mesi per prepararlo;
• se la volontà di effettuare una chiamata diretta è sempre stata nella volontà di codesta Amministrazione, poiché non farla subito a dicembre 2020;
• visti i ritardi dell’amministrazione, inconfutabili, visto che ad oggi ancora niente è ufficiale sul nuovo Comandante, quali sono le tempistiche che si prospettano per arrivare alla nomina del nuovo Comandante;
• le motivazioni che hanno portato il dott. Bartoli Luciano a redigere un mansionario delle unità del Comando di Polizia Municipale a pochi giorni dalla cessazione del suo incarico da comandante;
• se l’amministrazione intende assumere un ufficiale attingendo dalla graduatoria del Comune di Piombino (Livorno), e le motivazioni ufficiali di tale decisione;
• se ad oggi il vicecomandante Andrea Lami è stato dotato, da tale amministrazione, del potere di firma degli atti che gli competono dal ruolo di comandante pro tempore”.

“Non possiamo permettere che il comando di Polizia Municipale con i suoi agenti, ma soprattutto la Città ed i suoi cittadini, paghino per le incompetenze politiche e amministrative della giunta”, conclude Baietti.

commenta