Il saluto

Saturnia saluta il lungotenente Meoli: da 21 anni era al comando della stazione dei carabinieri

Il sindaco di Manciano, Mirco Morini: «Grandi doti umane e professionali»

saluto lungotenente Angelo Meoli

SATURNIA – Il 7 gennaio il luogotenente C.S. Angelo Meoli, lascerà il comando della stazione carabinieri di Saturnia (Comune di Manciano) per andare a rivestire quello di comandante della stazione carabinieri di Pietrasanta (Lucca).

«Il sottufficiale ha retto il prestigioso incarico di comandante della stazione di Saturnia per oltre 21 anni, durante i quali ha saputo tessere profondi legami con la popolazione locale, coniugando le esigenze di prevenzione e repressione dei reati alle esigenze di vicinanza ai cittadini – scrive il comando provinciale dell’Arma dei carabinieri -. Professionista silenzioso ed operoso, ha lavorato nel delicato contesto maremmano, caratterizzato dalla presenza di realtà imprenditoriali di notevole rilevanza non solo provinciale e regionale ma anche nazionale, con instancabile dedizione, ponendosi quale costante punto di riferimento della compagine sociale. Saturnia, frazione del comune di Manciano, è un importante polo termale che richiama annualmente migliaia di turisti da ogni parte d’Italia e d’Europa con la conseguente esigenza di assicurare, da parte dell’Arma dei Carabinieri, unico presidio di polizia sul territorio, la dovuta cornice di sicurezza ed immediata risposta alle più disparate richieste d’intervento dei residenti e dei turisti».

«Al Luogotenente Meoli, che per le doti evidenziate ha ricevuto il plauso unanime della cittadinanza e delle autorità locali, si aggiungono il ringraziamento per l’impegno profuso e gli auguri di un sereno e proficuo lavoro nel nuovo incarico da parte del comandante provinciale dei Carabinieri di Grosseto e del comandante di compagnia di Pitigliano».

51 anni, originario di Napoli, sposato e padre di due figlie cresciute in Maremma, il luogotenente Angelo Meoli era arrivato a Saturnia nell’ottobre del 2000, proveniente da Montecatini Val di Cecina, in provincia di Pisa, dove aveva diretto la stazione per quasi tre anni. Questa mattina, martedì 4 gennaio, nella sala consiliare del Comune di Manciano, alla presenza del sindaco Mirco Morini, l’assessore ai lavori pubblici e al sociale Valeria Bruni, del comandante della Polizia Municipale Piero Rossi e del comandante della stazione Carabinieri di Manciano Giovanni Scotto si è tenuta la cerimonia di saluto, in forma ristretta a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

carabinieri Saturnia Angelo Meoli

Laureato in scienze dell’amministrazione, Meoli è decorato di numerose onorificenze, tra le quali quella di Ufficiale al merito della Repubblica Italiana, di Cavaliere dell’Ordine al Merito Melitense, della Medaglia Mauriziana, della Medaglia d’Oro al merito di Lungo Comando e del Nastrino d’Oro per comandante di stazione territoriale.

“Durante la sua permanenza a Saturnia – ricorda il sindaco Morini – Meoli ha condotto alcune attività d’indagine, tra cui quella che ha permesso l’arresto in flagranza di quattro giovani che la mattina del 25 aprile del 2011, di ritorno da un rave party nelle campagne di Sorano, aggredirono brutalmente i componenti di una pattuglia del Nucleo Radiomobile che causarono la morte dell’appuntato Antonio Santarelli e il ferimento di Domenico Marino. Sempre disponibile e vicino alle esigenze della popolazione, Angelo Meoli ha riscosso il plauso delle autorità locali che negli anni si sono avvicendate alla guida del Comune di Manciano. Al comandante i più sinceri auguri di buon lavoro nella nuova sede”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI