Quantcast
Follonica

Scuola: materne, elementari e medie insieme nei laboratori di continuità

Laboratori di continuità 2021

FOLLONICA – Musica, inglese, robotica, arte, letteratura, educazione civica: le scuole dell’infanzia, primaria, secondaria dell’Istituto comprensivo Follonica 1 propongono laboratori in continuità in cui i protagonisti sono – insieme – gli alunni e le alunne dei tre gradi di istituzione.

Separati da qualche strada e da un po’ di cemento, ma accomunati dalla medesima passione e da una offerta formativa di qualità e attenta alle esigenze di ogni alunno e di ogni alunna, le scuole – infanzia (via Marche e Campi Alti), primaria (Rodari, Calvino e Cimarosa) e secondaria di primo grado (Pacioli) – dell’Istituto comprensivo Follonica1 lavorano da sempre in continuità e propongono progetti e laboratori in cui i protagonisti sono i bambini e le bambine di tutti e tre i gradi di istruzione.

Musica, inglese, robotica, arte, letteratura, educazione civica: sono alcuni dei progetti organizzati all’interno della continuità. Ecco alcuni esempi.

Laboratori in lingua inglese. In occasione delle celebrazioni per la Festa della Toscana la classe 3C della media Pacioli – accompagnata dalle docenti Daniela Cattaneo e Mara Oriolo – si è recata alla primaria Calvino di via Cavour per un laboratorio in lingua inglese sui temi della abolizione della pena di morte e della bonifica del nostro territorio. Un’occasione in più per approfondire anche la conoscenza della lingua inglese.

Laboratori di arte, letteratura e lingua francese. Il suggestivo personaggio del Gobbo di Notre Dame creato da Victor Hugo è stato lo sfondo di un progetto in continuità fra le classi 5A e 5B della primaria Calvino e alcune classi della Pacioli. Il laboratorio, condotto dalle docenti Rosa Caccavale, Mariolina Bianchi, e Stefania Turini, ha unito la letteratura, alla lingua francese e all’arte. L’iniziativa si è svolta in più step e ha permesso ai bambini e ai ragazzi dei due gradi di scuola di conoscersi e di socializzare e di raggiungere ottime competenze.

Laboratori di scienze. Il progetto – con tema Darwin e la teoria della evoluzione – ha unito la classe 3C della media Pacioli e la 5 della primaria Rodari con i docenti Laura Nacci e Silvia Stacchini. “La scelta dell’argomento – spiegano le due insegnanti – non è stata casuale. Darwin e la sua teoria, infatti, sono uno dei punti cardine del curricolo di scienze per la terza media, mentre per la primaria si è trattato di un approfondimento dopo la lettura del libro L’evoluzione di Calpurnia. Gli alunni e le alunne della Pacioli hanno preparato un opuscolo sulla vita di Darwin e sulla teoria dell’evoluzione, corredato da giochi e da attività utili ad approfondire l’argomento. Tre gli incontri in cui gli allievi dei due plessi hanno lavorato in piccoli gruppi (utilizzando anche gli spazi esterni) che si sono svolti sia a Rodari sia alla Pacioli. I ragazzi e le ragazze più grandi sono stati degli ottimi insegnanti per i bambini più piccoli che, tra l’altro, hanno potuto ‘familiarizzare’ con l’ambiente della scuola media”.

Laboratori di Educazione civica. La classe 3D della media Pacioli ha incontrato le classi 5A e 5B della primaria Cimarosa per un laboratorio di educazione civica sul tema dell’Unione Europea. I ragazzi e le ragazze della scuola media, servendosi di alcune slide, hanno aiutato i bambini di quinta a riflettere sul concetto dello “stare insieme” e a conoscere l’Unione Europea con la sua storia e le sue finalità. L’esperienza è stata positiva per i ragazzi delle medie che, ricorrendo alle loro competenze, hanno saputo coinvolgere i bambini più piccoli. Ed è stata importante anche per gli alunni delle elementari che hanno incontrato dei compagni più grandi e degli insegnanti di un diverso ordine scolastico.

Letteratura. Divina Commedia di Dante e il suo viaggio sono stati il filo conduttore del progetto di “Continuità” fra i ragazzi e le ragazze della classe 3B di via Gorizia e i bambini e le bambine della 5A del plesso Rodari. Quattro gli incontri per un piccolo grande viaggio nella letteratura proprio nell’anno in cui ricorre il settecentesimo anniversario della morte del sommo poeta. Inferno, Purgatorio, Paradiso e flash mob per l’iniziativa “Io leggo perché”: sono state le tappe che li hanno visti – tutti insieme – leggere, divertirsi, disegnare, giocare ed imparare.

Più informazioni
commenta