Quantcast
Guardia di finanza

In 12 percepiscono il reddito di emergenza pur vivendo già a carico dello Stato

Guardia di Finanza

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – 20 mila euro di reddito di emergenza. 12 persone sono state scoperte e multate dalla tenenza di Castiglione della Pescaia della Guardia di finanza per aver percepito indebitamente misure di sostegno economico destinate ai nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Le fiamme gialle hanno scoperto 12 persone che, ospiti di una struttura con oneri a carico dello Stato, hanno indebitamente percepito la forma di sussidio.

Le indagini sono state sviluppate in maniera trasversale, incrociando gli elementi attinti dalla costante attività di controllo economico del territorio con talune segnalazioni e le banche dati a disposizione del Corpo. I soggetti, pur fruendo di una struttura con totale supporto e spese dello Stato, avevano sia già ottenuto diverse quote di Reddito di emergenza (mediamente, 1.200 ciascuno in quote mensili), sia avviato ulteriori pratiche e richieste per nuovi sussidi pubblici. Ciò, però, in violazione della normativa in questione che, specificamente, esclude dal beneficio tutti coloro che soggiornano e fruiscono di strutture al cui pagamento provvede lo Stato.

L’attività dei finanzieri ha innanzitutto consentito di stroncare ulteriori irregolari flussi economici in danno della collettività e dei contribuenti, nell’ordine di diverse migliaia di euro che stavano per essere incassati dagli indebiti richiedenti. Inoltre è stato ricostruito quanto già illecitamente ottenuto (in totale 20.000 euro), procedendo con le conseguenti sanzioni e l’avvio delle procedure per il recupero del dovuto.

commenta