Quantcast
Coronavirus

L’odissea di una mamma: «Sino all’alba per prenotare un tampone». Giani: «Sul sito 600 persone al minuto»

Tamponi Drive Thru 2020

GROSSETO – Una notte. Dalla mezzanotte sino alle 4.30 del mattino. È l’odissea di tre mamme, che la scorsa notte sono rimaste alzate per prenotare il tampone molecolare ai figli in quarantena.

«Ho iniziato poco dopo la mezzanotte, perché da quell’ora il sistema si azzera e riparte. Ma non riuscivo ad accedere. Anche una delle mie amiche mi ha chiamato ed era nella stessa situazione» racconta una mamma.

Il figlio è un quarantena (positivo seppur a bassa carica) da 25 giorni. 21 a Natale. La Asl ha mandato la richiesta per il molecolare, ma prenotarlo è un incubo. «Dopo un po’ ci siamo messe d’accorso e abbiamo messo la sveglia scaglionata, alle 3 io alle 4 un’amica e alle 5 un’altra. L’idea era di svegliare le altre se il sistema si normalizzava. Io però non riuscivo a dormire e ho continuato a provare. Quando sono riuscita a prenotarlo ho chiamato le altre ma tutto era di nuovo bloccato».

L’ultima delle tre è riuscita a prenotare il tampone alle 4.30, a Orbetello. «Una nottata da incubo» afferma la donna.

E che il sistema sia sovraccarico lo conferma anche il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che stamani ha detto: «Sto monitorando la situazione sul portale prenotatampone, che sta registrando un traffico di oltre 600 persone al minuto. Nella sola giornata del 27 dicembre sono state emesse quasi 60 mila prescrizioni per tampone».

«Le Aziende sanitarie della Toscana negli ultimi giorni hanno dovuto fronteggiare una richiesta di tamponi molto rilevante, conseguenza anche del diffuso ricorso ai test antigenici in occasione delle festività da confermare con tampone».

«Ciò – prosegue Giani -ha provocato un effetto a catena in tutta Italia e quindi anche in Toscana nonostante l’incremento degli appuntamenti e l’adozione di tutte le risposte possibili con il maggior numero di risorse disponibili. Le Aziende sanitarie stanno provvedendo al rafforzamento dei test e del tracciamento».

commenta