Quantcast
Podismo

Atletica su strada, conto alla rovescia per i campionati Europei Master

Parco via Giotto

GROSSETO – Sono iniziati i preparativi per Grosseto 2022, gli European masters athletics championships non stadia, la manifestazione organizzata dall’associazione sportiva “Track & Field Master Grosseto” e dalla Federazione europea master di Atletica leggera con il supporto del Comune di Grosseto in programma da giovedì 12 a domenica 15 maggio nel capoluogo.

Dal giorno di Natale è online il sito internet ufficiale www.grosseto2022.com dove gli atleti di tutta Europa troveranno le informazioni necessarie sulle varie competizioni in programma. E a breve il comitato organizzatore aprirà anche le iscrizioni. A Grosseto sono attesi più di 3mila atleti da tutta Europa: uomini e donne over 35 che si cimenteranno in varie discipline, tra cui la marcia e la corsa su strada. Sedi di alcune gare saranno il centro sportivo di via Mercurio e il parco Sandro Pertini di viale Giotto; il circuito della mezza maratona passerà per le vie del centro storico grossetano e il campeggio Le Marze ospiterà gli appassionati di nordic walking. Sono in programma la 10 chilometri di marcia, la 5 chilometri di corsa, la 10 chilometri di nordic walking e la mezza maratona.

“Molto probabilmente, visto l’andamento della pandemia, – spiega il presidente del comitato organizzatore Ernesto Croci –la nostra manifestazione sarà la prima a disputarsi dopo mesi di stop. La voglia di correre degli atleti è tanta e quindi attendiamo in Maremma più di 3mila atleti. Organizzare un evento sportivo di questa portata non è certo semplice ma la voglia di portare a Grosseto migliaia di corridori è più forte delle difficoltà da superare. Anche perché questa tipologia di gare non coinvolge solamente gli sportivi ma le famiglie che li seguono durante le manifestazioni: sarà dunque un’occasione importante per la Maremma per farsi conoscere. Per questo ci servirà il sostegno di tutta la città: strutture ricettive, ristoranti e altre attività saranno coinvolte direttamente dall’arrivo degli atleti e confidiamo che questo possa rappresentare una concreta boccata d’ossigeno dopo mesi complicati”.

commenta