Quantcast
Attualità

Torna il progetto Rugiada: pacchi di Natale per aiutare i bambini di Chernobyl

pacco natale legambiente

RISPESCIA – Anche quest’anno, torna il progetto Rugiada di Legambiente con la tradizionale raccolta fondi natalizia, completamente green e all’insegna della solidarietà. «Ancora una volta, abbiamo scelto solo prodotti buoni, sani, sostenibili e giusti e li abbiamo impacchettati in confezioni rigorosamente realizzate con materiale ecologico» affermano da Legambiente.

«Un dono amico dell’ambiente e non solo: nelle nostre confezioni c’è il futuro delle bambine e dei bambini bielorussi che, ancora oggi, vedono il loro destino legato a quel dannato giorno del 1986, quando la centrale nucleare di Chernobyl segnò in maniera indelebile le esistenze di intere generazioni».

«Il ricavato della vendita delle confezioni sarà infatti devoluto al Progetto Rugiada, campagna promossa dalla nostra associazione allo scopo di dare un aiuto concreto alle comunità che vivono nelle aree più contaminate della Bielorussua a seguito del fallout radioattivo. Grazie a Rugiada, in questi anni centinaia di bambine e bambini hanno la possibilità di essere sottoposti a monitoraggi sanitari, attraverso i quali tenere sotto controllo le patologie causate dalle radiazioni, e di seguire una dieta a base di cibo non contaminato. Purtroppo, la situazione in Bielorussa con il Covid-19 è ulteriormente peggiorata e l’instabilità politica in cui il Paese sta versando non ci lascia ben sperare».

Per ordinare le confezioni natalizie visita: https://www.festambiente.it/econatale-2021/

commenta