Quantcast
Massa marittima

Campagna vaccinale, il Comune ringrazia i volontari: «Simbolo della battaglia contro il virus»

ringraziamento volontari

MASSA MARITTIMA – Sempre in prima linea, i volontari sono stati fondamentali per la campagna vaccinale. Per questo il sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini e l’assessore alla Sanità Grazia Gucci, a nome di tutto il Consiglio comunale, sabato pomeriggio li hanno voluti ringraziare pubblicamente, nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala Mariella Gennai, alle Clarisse.

“Con questa iniziativa – spiega il sindaco Marcello Giuntini – abbiamo ritenuto importante sottolineare pubblicamente quanto il Comune sia grato ai volontari di MassAdotta e dei Terzieri e a tutti gli altri volontari, per l’importante contributo che hanno garantito alla campagna vaccinale sul territorio, consentendo di tenere aperto, praticamente ogni fine settimana, da maggio fino all’1 novembre, il centro vaccinale allestito nei locali dell’ex Convento delle Clarisse. Grazie di cuore a tutti: con il loro impegno prezioso e generoso, i volontari sono il simbolo più bello di questa battaglia contro il virus”.

“Nell’hub vaccinale di Massa Marittima sono state somministrate in tutto 6318 dosi vaccino – aggiunge Grazia Gucci, assessore comunale alla Sanità- un numero davvero importante, che ci dà la misura dello straordinario sforzo sostenuto dall’intera macchina organizzativa, compresi i volontari, appunto, che hanno rivestito un ruolo essenziale. Infatti tutti i medici impegnati nel centro vaccinale erano volontari, così come le persone che si sono alternate all’accoglienza. Grazie alla sinergia tra Comune, Asl, Coeso sds Grosseto e mondo del volontariato, siamo riusciti a dare un contributo importante alla campagna vaccinale e una risposta concreta ai cittadini.”

Al termine della cerimonia il sindaco e l’assessore hanno consegnato un piccolo omaggio ai presenti: un oggetto in legno realizzato da “Icona”, bottega artigiana di Massa Marittima.

A seguire si è svolta un’apericena, che è stata offerta a tutti i partecipanti dall’associazione Il Drago delle Colline Metallifere, Distretto Rurale Agricolo Organizzato.

commenta