Quantcast
Sorano

Discarica Poggio Golino, Vanni: «La Regiona ignora le nostre richieste. Valutiamo azioni legali»

Pierandrea Vanni

SORANO – «La giunta comunale di Sorano prende atto, con profondo rammarico che ad oltre due anni e mezzo da quando il Comune ha presentato alla Regione Toscana, settore Ambiente, la proposta per la rimodulazione del progetto definitivo per la chiusura della discarica Poggio Golino di Sorano, progetto approvato dalla Provincia di Grosseto nel lontano ottobre 2009, non è stata ancora convocata la conferenza dei servizi, indispensabile per avviare l’iter finale».

Sono queste le parole della giunta di Sorano, guidata dal sindaco Pierandrea Vanni, che protesta contro «l’atteggiamento dilatorio della direzione Ambiente Regione Toscana e dell’assessorato» in relazione alla chiusura della discarica di Poggio Golino.

«Questo nonostante le ripetute segnalazioni e solleciti rivolti via e-mail e per telefono alla direzione Ambiente, all’assessore regionale Monia Monni e al suo capo di gabinetto. Il 27 settembre scorso finalmente, l’assessorato ha convocato una riunione tecnica preliminare e solo informativa, impegnandosi a riconvocarla a breve distanza ma ad oggi ciò non è avvenuto.
La Giunta Comunale protesta per l’atteggiamento dilatorio e incomprensibile della Direzione Ambiente della Regione Toscana e dell’assessorato, come evidenziato anche al presidente della Regione Eugenio Giani, con lettera del sindaco che conteneva già una formale protesta».

«Il Comune continuerà a sollecitare la Regione – conclude la lettera -, anche per la tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente, mentre rileva che per tale inerzia, il comune potrebbe essere penalizzato anche per la richiesta di fondi europei per la gestione post mortem e continua a sostenere costi rilevanti per l’attuale gestione. La giunta si riserva di prendere i necessari provvedimenti anche in sede legale».

commenta