Quantcast

“Posto occupato”: il Comune aderisce alla campagna contro la violenza sulle donne

MASSA MARITTIMA – Quel posto non è libero, è occupato da una donna vittima di violenza. Il Comune di Massa Marittima, in occasione della Giornata nazionale contro la violenza sulle donne, aderisce alla campagna di sensibilizzazione “Posto occupato”, lasciando un posto “vuoto”, in cui nessuno si può sedere, in consiglio comunale e in biblioteca, per ricordare una delle tante donne che non ci sono più.

La campagna “Posto occupato” è partita nel 2013 da un piccolo comune della provincia di Messina per riempire le coscienze di consapevolezza, sul fatto che la violenza sulle donne è un problema culturale ed una responsabilità sociale che riguarda tutti.

“Un gesto dal forte valore simbolico – commenta Irene Marconi, assessore comunale alla Cultura – che il Comune ha voluto manifestare nei due spazi pubblici del consiglio comunale e della biblioteca, per ricordare tutte le donne vittime di violenza che hanno perso la vita e per mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica su questo preoccupante fenomeno”.

Commenti