Quantcast

Festa dell’albero: cinque nuove piante donate alla scuola. Tutte le foto fotogallery

Anche quest’anno la Giornata nazionale degli alberi, promossa dall’organizzazione di volontariato Working class hero, in sinergia con il Comitato Civico Nazionale “X il futuro” ed in collaborazione con il Comune di Grosseto, è stata celebrata con una tappa che ha visto protagonista il capoluogo maremmano.

Durante la mattinata di martedì 23 novembre è stata infatti effettuata la donazione di cinque alberi, due “Schinus molle” e tre “Liquidambar”, destinati all’Istituto comprensivo “Alberto Manzi” ubicato in via Corelli, angolo via Mascagni.

Attraverso la gioiosa cerimonia di piantumazione Daniela Castiglione, segretario generale di Working class hero Odv, insieme ad Angela Amante in rappresentanza dell’amministrazione comunale quale assessore all’Istruzione ed alla Gentilezza, nonché alla dirigenza scolastica dell’Ic. Grosseto 1, hanno avuto la possibilità di rafforzare lo storico impegno a sostegno di una doverosa sensibilizzazione verso la tutela dell’ambiente urbano.

La forestazione urbana è infatti un processo fondamentale che contribuisce a migliorare le condizioni di salubrità per tutti gli abitanti delle città. Ma non solo, come ricorda l’assessore Angela Amante: “La forestazione urbana è uno strumento efficace per il miglioramento della qualità della vita, e consente ai bambini di instaurare un rapporto sano e positivo con la scuola”.

Ogni albero messo a dimora è una presenza che ci fa sentire meglio, letteralmente, dato che è in grado di assorbire 15kg di Co2 fornendo ossigeno per il sostentamento di tre esseri umani.

“I due Schinus molle, conosciuti anche con il nome di “Falso pepe” per via dei piccoli frutti colorati di rosso – spiega Daniela Castiglione di Working class ero Odv – avranno il compito di proteggere i bimbi nelle giornate più assolate e ridurre naturalmente la temperatura degli edifici scolastici senza sprechi energetici. Mentre i tre Liquidambar, attraverso il bellissimo fogliame caduco e cangiante, daranno loro la possibilità di capire meglio il ciclo delle stagioni”.

La piantumazione, che per i bambini della scuola primaria ha rappresentato un piacevole momento di festa all’aperto, già in questa prima occasione ha dato inoltre l’opportunità di spiegare “sul campo” l’importanza della tutela e della cura dell’ambiente, anche cittadino, vero e proprio bene comune da garantire, preservare ed accrescere a favore di tutte le generazioni.

Commenti