Quantcast

Il Comune aiuta a pagare l’affitto e le bollette: ecco chi può fare domanda

Più informazioni su

FOLLONICA – A Follonica è possibile presentare domanda per avere un sostegno nel pagamento dei canoni d’affitto e delle utenze domestiche.

I destinatari della misura sono i nuclei familiari con residenza nel Comune di Follonica, non assegnatari di un alloggio di edilizia residenziale pubblica e che hanno un Isee non superiore ai 16.500 euro. La misura è destinata a chi ha una situazione economica aggravata dalla perdita dell’attività lavorativa come conseguenza della crisi economica e sociale scaturita dall’emergenza sanitaria. Nel caso che la richiesta riguardi il pagamento di canoni locativi, il nucleo dovrà risultare titolare di un contratto di locazione vigente e regolarmente registrato.

La domanda dovrà essere presentata utilizzando esclusivamente la modulistica messa a disposizione dal Comune (può essere scaricata sul sito web dell’ente nella sezione “servizio casa”), nella quale si autocertifica o si documenta la condizione economica e sociale del nucleo familiare. Le domande, debitamente sottoscritte e munite di copia del documento d’identità, dovranno essere trasmesse al Comune di Follonica. Potranno essere consegnate all’ufficio protocollo del Comune, oppure inviate via Pec all’indirizzo follonica@postacert.toscana.it, oppure potranno essere inviate tramite servizio postale (con raccomandata a/r) per essere acquisite al protocollo dell’Ente.

Non esiste scadenza per la presentazione delle domande e il contributo sarà erogato fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Il contributo massimo erogabile è di 2.500 euro per nucleo familiare. In caso di bisogni legati al pagamento di utenze, il coordinamento delle Opere caritative procederà direttamente al pagamento delle bollette scadute e consegnate dal beneficiario del contributo. In caso di bisogni legati al pagamento di rate di locazione scadute il coordinamento Opere caritative procederà direttamente al pagamento delle locazioni scadute come dichiarate dal soggetto beneficiario e certificate dal proprietario.

Verrà stilato un elenco dei beneficiari, da aggiornare periodicamente, per procedere alla liquidazione fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Più informazioni su

Commenti