Quantcast

Intitolata a Osvaldo Faenzi la sala conferenze della Uisp. Tutte le foto fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – Si è svolta sabato 20 novembre la cerimonia per la intitolazione della sala conferenze della sede Uisp di via Europa a Osvaldo Faenzi, storico dirigente della Uisp scomparso quasi due anni fa.

Un evento che era già stato messo in programma dal consiglio direttivo ma che a causa della pandemia ha trovato realizzazione nello scorso weekend per ricordare la figura di uno degli elementi cardine per la crescita del Comitato di Grosseto. Faenzi, infatti, non ha limitato il proprio impegno a una disciplina o a un ramo di attività, ma si è prodigato in più settori, partendo dal pattinaggio e dalla ginnastica fino ad arrivare all’impiantistica e al primo sviluppo informatico e della comunicazione.

L’evento, che è iniziato intorno alle 15:30, si è diviso in tre momenti. Il primo ha visto scoprire la targa dedicata a Faenzi all’esterno della struttura da parte del presidente del Comitato Uisp Grosseto Aps Sergio Perugini insieme alla moglie di Osvaldo Franca e alle figlie.

Sergio Perugini, visibilmente commosso nel ricordo del lavoro di Faenzi soprattutto per dare il via alle leghe (oggi strutture di attività) ginnastica e pattinaggio, ha poi aperto la seconda fase della cerimonia, all’interno della sala conferenze: “Dedicargli questa sala è per noi un modo per restituire una piccola parte di ciò che lui ha dato alla Uisp. Personalmente devo molto ad Osvaldo, i suoi consigli, i suoi rimproveri mi hanno fatto crescere come dirigente. Per me è stata una delle tre persone che mi hanno fatto conoscere, apprezzare ed amare la Uisp. Ognuno dei presenti alla cerimonia avrà avuto dei momenti di confronto da ricordare e alla fine le sue idee erano le più sensate e le migliori da attuare. Ringrazio la famiglia che ha acconsentito di dedicargli questa sala, nella sua Uisp, la sua seconda casa che ha frequentato fino a quando la salute glielo ha permesso. Ciao, ciao Osvaldo, sicuramente dove sarai adesso avrai portato saggezza e innovazione come hai fatto nel nostro Comitato”.

Il ricordo di Osvaldo è stato poi proseguito dall’ex presidente Sergio Stefanelli che con lui ha collaborato durante tutta la sua lunga presidenza: tra i tanti aneddoti che hanno strappato più di un sorriso ai presenti, misti a momenti di commozione, Stefanelli ha sottolineato l’impegno e la professionalità mostrata da Faenzi in tutti gli incarichi svolti, facendo riferimento proprio alla trasversalità del suo lavoro che non si è limitato a un solo campo di attività ma ha spaziato su ginnastica, pattinaggio, gestione degli impianti, cura della parte informatica e della comunicazione.

Tante le società di pattinaggio e di ginnastica presenti, la Gs Pattinaggio, la Polisportiva Barbanella 1, l’Atl Il Sole, lo Skating Club Grosseto, l’Artistica Grosseto e la Ginnastica Grifone. Proprio le rappresentanti delle società, insieme alla famiglia e agli amici storici di Faenzi, ovvero Perugini, Stefanelli, Fedi e Barazzuoli hanno scoperto la targa all’interno della sala, quella che da ora in avanti sarà per tutti “sala Osvaldo Faenzi”.

Chiusura con un momento di convivialità, sempre in ottemperanza alle disposizioni anti Covid-19 vigenti, presso il nuovo punto ristoro gestito dalla cooperativa Uscita di Sicurezza, dove tanti amici hanno voluto essere presenti e rendere omaggio a uno dei dirigenti fondamentali nello sviluppo del Comitato Uisp di Grosseto.

Più informazioni su

Commenti