Quantcast

Bus in Toscana: ecco come rinnovare gli abbonamenti, evitando file e attese. LA GUIDA

Più informazioni su

GROSSETO – Per il rinnovo dell’abbonamento mensile, che parte il 20 di ogni mese per quello successivo, Autolinee Toscane aumenterà il personale nelle 35 biglietterie ed invita, per chi ancora non l’ha fatto, a registrarsi e fare tutte le operazioni di acquisto comodamente on-line, tramite sito o APP Tabnet.

In vista della fine del mese, e della conseguente richiesta o rinnovo di abbonamenti, l’azienda, per prevenire le possibili code e le prolungate attese, ha attivato ulteriore personale che, in tutte le biglietterie, sarà a disposizione per informazioni, registrazione e per la vendita dei titoli di viaggio mensili.

Più semplice e veloce sarà acquistare o rinnovare l’abbonamento se si è già registrati e se si utilizzano gli strumenti digitali. Infatti, chi è già registrato sul sito at-bus.it (dove si può inserire anche la propria agevolazione, che sia ISEE, studente o LR100), potrà acquistare l’abbonamento direttamente sul sito www.at-bus.it, sull’app TABNET (inserendo il proprio codice fiscale quando richiesto dal sistema), ma anche in tutte le rivendite autorizzate, fornendo – oltre all’area o tratta di spostamento – anche qui il proprio codice fiscale.

Queste tre modalità consentiranno, a coloro che si sono già registrati, di evitare attese alle biglietterie, che comunque rimarranno aperte e saranno potenziate per rispondere a chi è più fragile, o a chi non ha dimestichezza con gli strumenti digitali o ha particolari esigenze. Sono stati infatti oltre 200 mila i contatti (registrazioni, esenzioni, aggiornamenti del profilo etc) sul sito at-bus.it, a dimostrazione che i toscani hanno apprezzato la piattaforma. Ricordiamo che non esistono più l’abbonamento cartaceo o le carte di riconoscimento. Una volta acquistato l’abbonamento, sarà sufficiente portare con sé la tessera sanitaria elettronica (anche in copia, purché leggibile), con cui sarà possibile verificare possesso e validità del titolo di viaggio. Sono già stati distribuiti in Toscana oltre due milioni di titoli di viaggio cartacei per i servizi urbani (Urbano Capoluogo e Urbano Maggiore)

Inoltre, nelle zone meno urbanizzate della toscana, è possibile anche registrarsi attraverso le Botteghe della Salute (https://ancitoscana.it/botteghe-della-salute.html), punti essenziali dei territori per ciò che riguarda i servizi, tra cui anche il trasporto pubblico.

Per qualsiasi informazione consultare www.at-bus.it oppure contattare l’azienda: nella sezione “Parla con AT” sono descritte tutte le modalità: Facebook; Twitter; Numero Verde e Form per scrivere ad Autolinee Toscane.

Più informazioni su

Commenti