Quantcast

Produceva falsi certificati di residenza per far ottenere il permesso di soggiorno agli stranieri

Più informazioni su

ROCCASTRADA – 28 certificati di residenza contraffatti. Li hanno trovati e sequestrati i carabinieri della stazione di Roccastrada al termine di un’attività d’indagine avviata più di un mese fa e riguardante un presunto traffico di documenti falsi.

I militari hanno perquisito l’abitazione di un uomo residente a Roccastrada, già noto per precedenti dello stesso tipo. La perquisizione, delegata dall’autorità giudiziaria di Grosseto e condotta dai Carabinieri di Roccastrada e dai colleghi della sezione di Polizia giudiziaria Carabinieri della Procura, ha portato al sequestro dei certificati contraffatti.

I documenti riportavano il logo delle amministrazioni comunali di Roccastrada e di Follonica, ed erano verosimilmente pronti per essere compilati e distribuiti a cittadini stranieri. Nella casa dell’uomo sono state rinvenute anche le copie dei documenti d’identità di cittadini extracomunitari.

In passato, in tutta la Provincia di Grosseto, i Carabinieri impiegati nel corso dei consueti controlli di polizia si erano trovati tra le mani falsi certificati di residenza, rilasciati generalmente per favorire le pratiche dei permessi di soggiorno: ciò aveva portato alla denuncia alla Procura di alcuni utilizzatori dei certificati. Il sequestro, pertanto, potrebbe essere il filo conduttore che collega tutti gli eventi verificatisi ultimamente, e che già negli anni passati erano stati rilevati. All’uomo è stato anche sequestrato un computer, dalla cui analisi potrebbero emergere ulteriori elementi.

Più informazioni su

Commenti