Quantcast

Tradizione e futuro: «Parte la terza dose, il centro vaccinale di Castel del Piano va riaperto»

CASTEL DEL PIANO – «Il centro vaccinale ospitato presso i locali del Kronos a Castel del Piano ha funzionato ed ha contribuito a rendere più sicuro, in particolare, il territorio amiatino, grossetano e senese, dalla pandemia – dichiara Samuele Pii a nome del gruppo Tradizione e Innovazione in Consiglio comunale – non è comprensibile che resti chiuso quando è necessario organizzare la somministrazione della terza dose del vaccino. Pertanto, chiediamo al sindaco Michele Bartalini di adoperarsi verso l’Asl, insieme all’Unione dei Comuni, affinché sia garantita la riapertura in tempi rapidi del centro vaccinale anche a Castel del Piano dopo aver già garantito la riapertura di quello di Abbadia San Salvatore».

«Il prolungarsi di questo silenzio genera preoccupazione nell’opinione pubblica locale che non è stata ancora informata su valide soluzioni alternative per ricevere la terza dose di vaccino in tempi rapidi ed in modo sicuro senza dover fare lunghi spostamenti. Una chiusura permanente del centro vaccinale sarebbe un ulteriore segnale negativo che si aggiunge all’incertezza sulla riapertura dell’ospedale di comunità la cui attività è stata sospesa per fare spazio al centro modica Covid nel plesso ospedaliero di Castel del Piano».

«Chiediamo ai sindaci dell’Amiata, in particolare al sindaco di Castel del Piano, di non abbassare la guardia sul rilancio dell’ospedale sollecitando la ASL e la Regione a definire un piano di rilancio della medicina territoriale e del potenziamento dei servizi sanitari» conclude Pii.

Commenti