Quantcast

Due successi in tre giorni per i ragazzi del Grosseto Handball, battute Medicea e Carrara

GROSSETO – E’ una Solari arrembante quella in campo maschile che consegue in tre giorni due importanti successi in chiave classifica. Dopo il passo falso iniziale contro l’Olimpic Massa Marittima, i biancorossi si riprendono subito e dimostrano che per questo campionato saranno avversari di tutto rispetto per ogni compagine che affronteranno.

Domenica 14 novembre successo in casa contro la Medicea 33 a 29; una partita sempre avanti e, nonostante il pressing asfissiante sul finale, i ragazzi di Chirone staccano la prima vittoria meritatamente. Una bella partita ricca di reti e giocata a ritmi elevati, con gli ospiti sempre molto attivi e pronti a reagire agli attacchi dei locali. Mercoledì 17 novembre è invece la volta del Carrara, avversario ostico, coriaceo e mai domo, che deve però arrendersi alle folate vincenti dei maremmani. Alla fine sarà vittoria 40 a 35 per la Solari, meritata e conquistata nonostante assenze importanti sia in attacco che in difesa. Protagonista assoluto Francesco Pio Del Giudice che nel doppio confronto ravvicinato è il vero mattatore e realizza ben 35 reti (16 contro Medicea e 19 contro Carrara). Contando la partita iniziale il bottino è da top player con 47 reti in tre partite: una media incredibile. Ma è il gioco corale della squadra che evidenzia una particolare crescita e che porta quasi tutti gli uomini a rete.

Nell’ultimo incontro fa molto bene anche il nuovo inserito Del Mastio; si confermano i fratelli Bacci sia in attacco che in difesa; si districa bene Peronaci, ritornato in squadra dallo scorso anno e sta dando un forte contributo quale pivot. Molto bene anche Patrick Kellner in attacco, molto duttile e usato in più ruoli per questo. De Florio è un altro dei veterani in campo, sempre ala insidiosa per tutte le difese avversarie. Fondamentali i portieri Brizzi e Raia, quest’ultimo rientrato a Grosseto dopo varie stagioni in altro team. Grechi sempre pronto a dare il suo contributo ogni volta che è chiamato a entrare in campo. Assenti Rizzo, insostituibile in difesa, pedina irrinunciabile soprattutto quest’anno che l’ex capitano Sclano non può giocare e col quale dirigeva e organizzava la difesa centrale; il terzo portiere Esposito, ancora non al top e assente in questo terzo incontro; Nardini, quest’ultimo infortunato e al quale la società e i tifosi fanno un grande in bocca al lupo per una pronta ripresa; Rocchi, altro pivot di rilievo che nel corso del campionato potrà dare un grande contributo alla squadra.

Il gruppo è molto coeso e col lavoro continuo, unito alla ulteriore presa di coscienza dei propri mezzi, potrà prendersi molte altre soddisfazioni nel corso della stagione e chissà che l’entusiasmo attorno all’ambiente non possa favorire altri rientri in attività, per consolidare e accrescere la società tutta.
Ora meritata pausa e testa al prossimo incontro tra due settimane da affrontare sempre con la stessa carica e con rinnovato spirito di sacrificio, immancabili elementi per raggiungere obiettivi importanti.

Commenti