Quantcast

Controlli in centro: 110 persone identificate. Nel mirino i bivacchi tra palazzo Cosimini e le poste. Trovata anche droga

Ascolta "IlGiunco.net Podcast - Le news di oggi 19 novembre 2021" su Spreaker.

marijuana polizia

GROSSETO - 110 persone e 40 veicoli controllati nella zona tra il palazzo delle poste, piazza fratelli Rosselli, piazza Marconi, piazza Ferretti, via Roma e palazzo Cosimini. Le operazioni congiunte hanno visto in azione le volanti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, anche di equipaggi del Reparto prevenzione crimine di Firenze e di autopattuglie e personale in borghese appartenente alla Polizia municipale.

Gli uomini del questore Antonio Mannoni hanno controllato anche alcuni stranieri, tra cui, in via Roma, due cittadini di nazionalità Tunisina che sono risultati sprovvisti di permesso di soggiorno e pertanto accompagnati presso l’Ufficio immigrazione dove sono state avviate le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale, e un uomo proveniente dal Ghana, fermato nei pressi della stazione che è stato trovato in possesso di marijuana.

«I servizi straordinari svolti – scrive la Questura – hanno l’obiettivo di assicurare e mantenere, attraverso una costante attività di prevenzione e presenza sul territorio, le condizioni per un’autentica tranquillità pubblica, riducendo la percezione di insicurezza dei cittadini».

clochard degrado bivacchi palazzo Cosimini

Anche a seguito di segnalazioni da parte della cittadinanza, nelle serate di mercoledì e di giovedì, la Questura ha effettuato un servizio di controllo del territorio ad “Alto Impatto”. All’operazione di controllo del territorio coordinata dal commissario capo Eva Ghilli, ha concorso per le attività di specifica competenza personale della Polizia municipale diretto sul posto dal nuovo comandante Alessio Pasquini.

degrado bivacchi palazzo Cosimini

«La presenza nell’attività di controllo del territorio, della Polizia Locale, fortemente voluta dal Questore d’intesa con l’Amministrazione comunale, costituisce il valore aggiunto che consentirà progressivamente di garantire sempre più elevati standard di sicurezza nella città di Grosseto» affermano dalla Questura di Grosseto.

I controlli sono stati indirizzati all’identificazione di soggetti italiani e stranieri che solitamente stazionano fuori dalle attività di ristoro e occupano, fino a tarda sera, gli spazi esterni di alcuni edifici come Palazzo Cosimini, l'Agenzia delle entrate, il palazzo delle poste o la stazione.

Commenti