Quantcast

Conto alla rovescia per il convegno su Dante: dall’estero grande interesse per l’iniziativa

GAVORRANO – Il convegno su “La Pia di Dante: una donna del XIII secolo, nel contesto delle vicende medievali senesi e maremmane” promosso dal Comune di Gavorrano in occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, è ormai in dirittura d’arrivo: sabato 20 novembre alle ore 16 al Cinema teatro “Ivo Crocchi” di Gavorrano.

Negli ambienti culturali la notizia è già diffusa da giorni, destando vivo interesse negli appassionati alla tematica.
«Gradite sorprese ci giungono intanto da alcuni siti web specializzati nella storia – spiega il sindaco Andrea Biondi -, quali ad esempio Academia.edu, che ha rilevato varie decine di visite con approvazioni sul tema dell’iniziativa. Inoltre abbiamo ricevuto contatti dalla Germania, Russia, Spagna e Francia, che manifestano interesse verso l’iniziativa gavorranese. Un apprezzamento internazionale che indubbiamente gratifica chi ha creduto nel progetto».

Il programma del convegno:
Sabato 20 novembre, ore 16, Teatro comunale “Ivo Crocchi”- “La Pia di Dante: una donna del XIII secolo. Storia e tradizione nel contesto delle vicende medievali senesi e maremmane”, realizzato grazie al contributo di Regione Toscana, e col supporto della Pro Loco Gavorrano Aps al quale interverranno autorevoli relatori.

Per l’occasione verrà attivato un servizio filatelico temporaneo dedicato all’iniziativa, a cura di Poste Italiane, con un timbro postale speciale, realizzato per la manifestazione e che entrerà a far parte della collezione storico postale presso il Museo Storico delle Poste e delle Telecomunicazioni, e con la distribuzione di cartoline filateliche disegnate dell’artista Carlo Rispoli. Al termine del convegno sarà presentato il libro “Misteri di Maremma”, raccolta di racconti curata da Carlo Legaluppi ed edita da Effigi, il cui ricavato della vendita sarà devoluto all’Associazine Olympia De Gouges Aps che gestisce il Centro Antiviolenza di Grosseto.

Parteciperà alla presentazione la dottoressa Roberta Pieraccioli, autrice del racconto “Dolente Pia”, ambientato tra Gavorrano e Massa Marittima e contenuto all’interno della raccolta.

L’iniziativa è ad ingresso gratuito. È gradita la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni: 3518078090.
Per l’accesso al teatro è obbligatorio l’esibizione del “Green pass”.

Il programma dettagliato dell’iniziativa:
ore 14.30 – 19.30: servizio filatelico speciale dedicato all’iniziativa a cura di Poste Italiane;
ore 16.00:
Andrea Biondi, sindaco del Comune di Gavorrano
Cinzia Cardinali, direttrice dell’Archivio di Stato di Siena
Interventi di: Mario Ascheri, consiglio scientifico Istituto Storico Italiano per il Medio Evo.
Gianpiero Caglianone, accademia Senese degli Intronati. 
Mario Sica, scrittore, storico e saggista.
Piero Simonetti, scrittore, storico e saggista.

A seguire – Proiezione immagini di opere d’arte aventi per tema la Pia di Dante

A seguire – Presentazione del libro “Misteri di Maremma” e del racconto
Dolente Pia“, alla presenza dell’autrice Roberta Pieraccioli

«Il convegno si svolgerà sotto forma di tavola rotonda – spiega lo storico Piero Simonetti – con due obiettivi. Il primo è fare chiarezza sul profilo storico della Pia di Dante e il secondo è quello di iniziare un lavoro nuovo, ovvero il testamento di Nello Pannocchieschi, si tratta di una novità che potrebbe mettere in discussione l’intero contesto storico di Pia de Tolomei. Inoltre si parlerà anche di Decimo Mori, il primo storico che ha ipotizzato che la Pia non fosse una Tolomei ma una Malavolti»

Gli esiti del convegno saranno raccolti in una pubblicazione che verrà stampata nel 2022.

Commenti