Quantcast

Una settimana per combattere la violenza sulle donne: incontri, letture, libri

MASSA MARITTIMA – A Massa Marittima la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dall’Onu nel 1999, viene celebrata con una settimana di sensibilizzazione e riflessione sul tema della violenza di genere, dal 19 novembre al 28 novembre, attraverso varie iniziative promosse dalla Commissione comunale per le Pari Opportunità, in collaborazione con l’assessorato alle Pari Opportunità del Comune e la Biblioteca Gaetano Badii.

“È importante continuare a fare informazione e sensibilizzazione – sottolinea Grazia Gucci, assessore comunale alle Pari Opportunità – perché significa da un lato aiutare le donne che stanno subendo violenze a riconoscere il problema e a denunciarlo, dall’altro fare prevenzione educando al rispetto e alla parità di genere, a partire dalla scuola, insegnando come risolvere i conflitti interpersonali in modo non violento. Solo con la collaborazione tra istituzioni, forze dell’ordine, scuola, associazioni e cittadini possiamo affrontare questo tema nel modo corretto”.

“La violenza di genere resta un fenomeno strutturale – aggiunge Ambra Fontani, presidente della Commissione comunale per le Pari Opportunità – ma le donne oggi non sono più sole, possono contare su una rete territoriale in grado di intervenire. Per questo una delle cose che faremo durante tutte le iniziative in programma a Massa Marittima è quella di promuovere il 1522, in numero gratuito per chiedere aiuto, attivo h24, collegato alla rete dei centri antiviolenza e alle altre strutture presenti sul territorio che operano per il contrasto alla violenza di genere. Invitiamo le donne a prendere coraggio e a denunciare prima che sia troppo tardi”.

Ma ecco le iniziative nel dettaglio: si comincia venerdì 19 novembre, alle ore 17, in biblioteca, con la presentazione del romanzo “Il segno di Nora”, una storia di violenza domestica, sulla quale sarà possibile riflettere insieme all’autrice Costanza Ghezzi che interverrà all’incontro. Saranno inoltre presenti Irene Marconi, assessore alla Cultura e Grazia Gucci, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Massa Marittima; Ambra Fontani, presidente della Commissione comunale per le Pari Opportunità; Sabrina Gaglianone, presidente dell’associazione Olympia De Gouges che gestisce il centro antiviolenza; Roberta Pieraccioli, direttrice della biblioteca comunale.

Il 25 novembre, data simbolo scelta dall’Onu per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne,  a Massa Marittima nella sensibilizzazione contro la violenza di genere  saranno coinvolti i commercianti e più in generale tutti i gestori delle attività aperte al pubblico, che quel giorno, indosseranno una mascherina nera che riporta in rosa il numero di pubblica utilità 1522, attivo h24, a cui si devono rivolgere le donne vittime di violenza per chiedere aiuto. Le mascherine, realizzate su proposta della Commissione comunale per le Pari Opportunità e del Comune di Massa Marittima, saranno distribuite nei giorni precedenti, insieme alle locandine che riportano il numero 1522. Alcune di queste locandine hanno un tocco artistico, essendo realizzate utilizzando gli elaborato degli alunni dell’istituto comprensivo Breschi, che lo scorso novembre hanno partecipato al bando della Commissione comunale per le Pari Opportunità “La valorizzazione della donna nell’arte”.

Sabato 27 novembre alle 15 e 30, a Prata, davanti alle panchine rosa e rossa, Lucia Montomoli, componente della Commissione comunale per le Pari Opportunità insieme al Gruppo delle Lettrici di Prata, ha organizzato “Piccole letture al Ring” sull’educazione alla parità di genere per i ragazzi e le ragazze del paese.

La settimana di iniziative si chiude domenica 28 novembre, alle 17, in biblioteca, con la presentazione del libro “Misteri di Maremma”, un progetto speciale che oltre a promuovere la Maremma attraverso 6 racconti incentrati sulle leggende e i misteri di questa terra magnifica, ha consentito di raccogliere risorse a sostegno dell’associazione Olympia de Gouges per il centro antiviolenza. Il volume, curato da Carlo Legaluppi ha infatti ottenuto diverse sponsorizzazioni, tra le quali quelle del Rotary e dei Comuni. Il ricavato dalla vendita delle copie, una volta coperti i costi di stampa e di distribuzione, sono stati completamente devoluti all’associazione Olympia De Gouges.

Commenti