Quantcast

Istituto Falusi, Ulmi: «La situazione è insostenibile, serve chiarezza. Sì alla commissione di vigilanza»

“Sull’Istituto Falusi faccio mie le richieste che mi sono state inoltrate da numerosi esponenti politici della zona Nord della provincia, tra cui i consiglieri Lega di Massa Marittima Daniele Brogi, di Follonica Daniele Pizzichi e di Gavorrano Andrea Maule contenute in una lettera che è stata inviata in prima battuta al Difensore civico della Toscana”, dichiara il consigliere regionale della Lega Andrea Ulmi, vicepresidente della commissione Sanità e Sociale.

“La situazione dell’Istituto Falusi – afferma Ulmi- sta diventando, oltre che complicata, insostenibile, visto che la struttura è commissariata ormai da tempo, ma che riveste anche un’importanza notevole nell’ambito sociale dell’area settentrionale della provincia di Grosseto”.

Alla Regione i firmatari della lettera chiedono un abbattimento totale o parziale del canone della locazione da 120mila euro per la Rsa Marina di Levante di Follonica gestita dal Falusi e se, da parte della Regione stessa, ci sia una volontà in tal senso. I firmatari vista la situazione in cui versa l’istituto massetano si domandano se non possano subentrare o verificarsi problemi sulla procedura di esternalizzazione di alcuni servizi della struttura decisa dal commissario straordinario e contestata dalla Lega delle cooperative e Confcooperative.

“Personalmente – sostiene Ulmi- credo che sul Falusi occorra soprattutto chiarezza da parte degli enti locali coinvolti nella gestione dell’Istituto e da parte della Regione sulla questione della locazione della Marina di Levante. Non è poi più rinunciabile la chiusura della fase commissariale e ridare all’Istituto una vero governo, ma sono anche d’accordo sulla proposta di istituire una commissione di vigilanza che coinvolga i consiglieri di maggioranza e di opposizione dei comuni interessati dalle strutture che fanno capo al Falusi”.

Commenti