Quantcast

Con lo zafferano nuove opportunità all’Isola del Giglio dall’agricoltura

ISOLA DEL GIGLIO – “Offrire nuove opportunità al Giglio grazie all’agricoltura”. E’ l’obiettivo che si pone l’assessore Walter Rossi che, da qualche mese, tra le altre ha ricevuto dal sindaco Sergio Ortelli proprio la delega all’agricoltura. “Da qualche tempo – sostiene Rossi- la nostra Isola sta riscoprendo il mondo agricolo, quello che l’ha caratterizzata nel passato e che l’ha contraddistinta anche nel paesaggio, con i tanti terrazzamenti che sono visibili semplicemente passeggiando tra panorami mozzafiato.

“L’essere riconosciuto come un territorio agricolo svantaggiato garantisce al Giglio la possibilità di ottenere nuovi investimenti nel settore e per assicurare a chi vi opera quel definitivo rilancio che garantisca al pil isolano una crescita che non è solo legata al turismo, ma anche la settore primario”. Walter Rossi, che per hobby si dedica all’attività agricola ha fatto un esperimento personale, su cui ha aperto una riflessione”.

zafferano

“Nella mia piccola vigna – spiega l’assessore – ho fatto un tentativo per omaggiare le possibilità che l’Isola offre ed ho piantato dello zafferano, che necessita di terreni sabbiosi e che non vuole acqua, condizioni ideali per il Giglio. Il risultati sono stati eccellenti e potrebbero indicare una via da affiancare alle tradizionali colture della vite e dell’olivo che, da sempre, caratterizzano il Giglio”. Proprio puntando sull’agricoltura stanno nascendo delle vere e proprie eccellenze.

“Nel mio messaggio – sostiene Rossi – mi rivolgo a tutti per incoraggiare a valorizzare le potenzialità del nostro territorio, così beneficiato da un clima e condizioni naturali di eccezionale valore. Lo faccio per stimolare ad investire energie per arricchire le nostre produzioni agricole sostenibili, oltre quelle classiche della viticoltura ed olivicoltura, come fa Ghigo Pardini e la sua famiglia, dell’Azienda Agricola Cala degli Alberi, che sono stati protagonisti di un video meraviglioso, ma anche tutte quelle aziende agricole nate di recente al Giglio, che si occupano di apicoltura, di itticoltura e quelle che danno spazio ai prodotti agricoli sinceri che questo lembo di terra circondato dal mare ci può donare, come la frutta, i fichi, le essenze, gli ortaggi tipici, che sanno poi trasformare anche in altri prodotti, come i liquori di qualità”.

Insomma, una strada quella dell’agricoltura su cui Walter Rossi, da gigliese e da amministratore, in cui vede la possibilità di costruire una parte importante del futuro economico dell’Isola. “Tutto questo – conclude l’assessore- rafforzerebbe le nostre speranze di considerare l’agricoltura una grande opportunità occupazionale e di completamento della nostra offerta turistica, che spalancherebbe le porte a grandi possibilità, anche per i nostri giovani, alcuni dei quali si sono già indirizzati su questa strada”.

Commenti