Quantcast

Grosseto è Comune Gentile: martedì prossimo la proclamazione

GROSSETO – In occasione della Giornata mondiale del diabete 2021 e per il centenario della scoperta dell’insulina, l’Associazione per l’aiuto ai giovani e adulti con diabete di tipo 1 di Grosseto presenta martedì 16 novembre alle ore 17.30 presso la Fattoria La Principina, nella frazione di Principina Terra, “Amor fati. Quando la gentilezza diventa una chiave per affrontare una malattia cronica”, evento volto a sensibilizzare la cittadinanza riguardo il diabete di tipo 1 e aiutare le persone ad affrontare, nella propria quotidianità, le difficoltà e le problematiche legate a una malattia cronica o a un momento negativo nella propria vita, grazie alla partecipazione di Daniel Lumera, autore bestseller, docente e riferimento internazionale nell’area delle scienze del benessere.

La Giornata mondiale del diabete, istituita dall’Oms e Idf nel 1991, si celebra il 14 novembre di ogni anno in onore del dott. Frederick Banting che, nel 1921 a Toronto, scoprì l’insulina attraverso il lavoro congiunto con altri ricercatori dell’Università di Toronto, Charles Best, James Collip e John Macleod.

La loro scoperta garantì la sopravvivenza di tutte le persone, principalmente i bambini, affetti da diabete di tipo 1, malattia autoimmune che colpisce le cellule beta del pancreas che producono l’insulina. Ci sono vari tipi di diabete ma quello più pericoloso e infido è senza dubbio il tipo 1, i cui sintomi all’esordio della malattia sono minzione frequente, tanta sete, dimagrimento, stanchezza cronica.

Per questo Daniel Lumera parlerà di come valori quali gentilezza, altruismo, compassione verso se stessi e verso gli altri, uniti a empatia, leadership gentile e rispetto dell’ambiente, siano in grado di migliorare la propria salute e quella delle persone vicine, come viene confermato da innumerevoli studi scientifici riportati nei suoi libri.

Lumera esporrà come questi valori possano avere un ruolo fondamentale nell’affrontare la vita di tutti i giorni, eventi negativi, malattie, relazioni e la stessa pandemia, che ci ha fortemente colpiti nella nostra quotidianità portando con sé innumerevoli disagi di natura psicologica. Sarà quindi un’occasione per scoprire veri e propri strumenti utili per imparare ad affrontare piccoli e grandi cambiamenti della nostra vita, trasformandoli in un motore straordinario di salute, realizzazione e rinascita.

L’incontro, moderato dall’attore e regista Giacomo Moscato con il contributo musicale del compositore, direttore e pianista Francesco Ianniti Piromallo, sarà coronato dalla proclamazione di “Grosseto Comune Gentile”, grazie alla fitta adesione di associazioni e imprese maremmane stimolate dalla campagna promossa da Moscato e Chiara Aceto per l’adesione del Comune al Movimento Italia Gentile.

Alla presenza del Sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e dell’Assessore all’Istruzione, Pari opportunità e Politiche giovanili e alla Gentilezza Angela Amante, Grosseto diventerà quindi la quarta città toscana ad aderire al Movimento che sta percorrendo tutta l’Italia, stimolando istituzioni locali, scuole, associazioni, attività commerciali a impegnarsi concretamente in percorsi improntati alla gentilezza con progetti ad alto impatto sociale, creando un reale “effetto domino”.

Promosso dall’Associazione My life design onlus e dal suo fondatore e presidente onorario Daniel Lumera, Italia Gentile è un movimento collettivo nazionale, aconfessionale, apartitico e apolitico nato in piena pandemia nella primavera 2020 durante il primo lockdown e che ad oggi coinvolge centinaia di persone, enti, imprese e istituzioni per diffondere il valore della Gentilezza e trasformarlo in progetti concreti ad alto impatto sociale.

Inoltre, grazie al progetto dei Comuni Gentili, che conta oltre 30 comuni in tutta Italia e la Repubblica di San Marino, primo Stato Gentile al mondo, si punta ad incentivare lo sviluppo delle realtà aderenti in linea con l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell’Onu, con l’obiettivo di valorizzare la relazione tra istituzione, cittadino, territorio e natura attraverso la promozione di una nuova educazione alla consapevolezza e al benessere individuale, relazionale e collettivo ad alto impatto sociale.

“Con la firma del manifesto il Comune di Grosseto si impegna ad attuare azioni concrete nel segno della gentilezza, azioni che in realtà già da tempo sono portate avanti dall’Amministrazione con l’istituzione dell’assessorato alla gentilezza, ma che proseguiranno nel tempo”, commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla Gentilezza Angela Amante.

“In particolare il Comune di Grosseto intende organizzare e promuovere eventi ed iniziative in occasione della Giornata mondiale della Gentilezza, celebrata il 13 novembre, volte a diffonderne il valore e la cultura, inoltre puntiamo alla diffusione di un’educazione consapevole alla gentilezza negli istituti scolastici.”

“Già la scuola primaria di Via Anco Marzio – hanno proseguito – il 17 novembre verrà proclamata “Scuola gentile” in adesione al progetto presentato dal Movimento Italia Gentile, ma questo rappresenta soltanto un punto di partenza nell’attività che l’Amministrazione comunale intende portare avanti nelle scuole cittadine attraverso progetti concreti.”

“Nei giorni scorsi, inoltre, abbiamo presentato la domanda di partecipazione ad un bando della Regione Toscana per la realizzazione di iniziative nell’ambito della “Festa della Toscana 2021″ XXII edizione dedicata al tema: “Dall’abolizione della pena di morte alla lotta ai linguaggi d’odio: la Toscana terra di diritti”, con particolare riferimento alla tematica della lotta all’incitamento mediatico e non solo, all’odio di qualsiasi genere, contro individui o intere fasce di popolazione, a salvaguardia dei diritti fondamentali della persona. Abbiamo presentato un progetto con il quale intendiamo diffondere nelle scuole, attraverso il linguaggio dei giovani per i giovani, un messaggio di rispetto, solidarietà, condivisione ma soprattutto promozione all’uso corretto dei social, alla sensibilizzazione contro il cyberbullismo e contro l’incitamento all’odio.”

La Scuola Primaria “Andrea da Grosseto” di via Anco Marzio sarà quindi protagonista dell’iniziativa promossa dall’Associazione My life design onlus nell’ambito del Movimento: mercoledì 17 novembre, infatti, Daniel Lumera e Valeria Pompili, counselor e formatrice relazionale, educatrice e responsabile dell’area educativa della My life design onlus, daranno avvio al progetto “Scuola Gentile”, che coinvolgerà alunni, insegnanti e genitori verso un percorso basato su valori universali quali gentilezza, perdono, gratitudine, ottimismo, interconnessione e felicità. A questo appuntamento si affiancherà anche una visita alla Scuola Primaria “Via Mascagni GR 1” per un incontro con i bambini all’insegna della gentilezza.

“Appoggiarsi alla gentilezza che si fa dono per chi la dona. È la pazienza del cuore che ti aspetta da sempre. È il punto di incontro tra dare e ricevere: quello spazio in cui scegli di donare ciò che vorresti ricevere.” – Daniel Lumera, “Biologia della Gentilezza”, 2020

La partecipazione all’evento del 16 novembre è gratuita con prenotazione obbligatoria sul sito www.agdgrosseto.it.

Commenti