Quantcast

Revocato lo stato di agitazione dei dipendenti comunali: avviata la procedura conciliativa

Più informazioni su

GAVORRANO – Questa mattina si è tenuto in Prefettura il tavolo per la prevista procedura di conciliazione dopo la dichiarazione di Stato di agitazione dei dipendenti comunali, proclamato lo scorso 4 novembre. All’incontro hanno partecipato Salvatore Gallotta (Cgil Fp), Arianna Picci (Cgil Fp), Luciano Biscottini (Cisl Fp) e Maurizio Lunghi (Uil Fp) in rappresentanza dei sindacati. Per il comune di Gavorrano era presente il sindaco Andrea Biondi.

«La discussione è stata aperta – così affermano le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl e Uil in una nota – nell’ordine Gallotta, Biscottini e Lunghi, introducendo e ribadendo i motivi che hanno indotto a dichiaruilare lo stato di agitazione del personale e che, in parte, erano già stati evidenziati in precedenza».

«È stato soprattutto posto l’accento sulla necessità di riprendere e portare a conclusione le trattative per gli anni 2020 e 2021, sulle difficoltà del personale, e soprattutto sulla imprescindibile ripresa delle relazioni sindacali. A seguito degli interventi il sindaco Andrea Biondi ha risposto brevemente sui singoli aspetti sollevati, senza poter presentare tempistiche certe e dando lettura al tavolo di un documento “tecnico” redatto dalla responsabile delle risorse umane, dottoressa Pepi».

«A conclusione – aggiungono – il sindaco ha proposto un confronto tra le organizzazioni sindacali e il segretario generale del Comune, che come abbiamo appreso, non sempre è presente nell’ente, e la dottoressa Pepi, quali componenti della delegazione trattante di parte pubblica.

«Al termine – concludono le organizzazioni sindacali – è stata raggiunta una sintesi conciliativa, con l’impegno del sindaco di convocare il tavolo di trattativa presso il Comune entro la settimana prossima e abbiamo deciso la sospensione dello stato di agitazione fino allo svolgimento dello stesso incontro».

 

Più informazioni su

Commenti