Quantcast

#elezioniprovinciali2021 – E’ ufficiale: Casamenti candidato presidente del centrodestra

GROSSETO – Al tavolo politico composto dalle forze riunite della coalizione di centrodestra, comprese le liste civiche, è stato ufficializzata la candidatura di Andrea Casamenti, sindaco di Orbetello, a presidente della Provincia di Grosseto. La scelta del candidato è stata presa all’unanimità e per acclamazione, anche in considerazione “dell’ottimo risultato ottenuto alle ultime elezioni comunali, nonché in virtù della competenza dimostrata in tanti anni di attività politica e amministrativa”.

Il primo a sostenere con entusiasmo la candidatura di Casamenti è stato il presidente uscente, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, che ha dichiarato: “Sosterrò la candidatura di Casamenti come se il candidato fossi io stesso, quindi con tutta la mia forza e il mio impegno. La coalizione si è espressa in maniera nitida e granitica, trovando un consenso totale e fiducioso nel risultato finale”.

Vivarelli Colonna cede il testimone al “suo” sindaco di Orbetello in quanto “desideroso di impegnarsi totalmente per la causa del Comune di Grosseto e certo che il testimone non sarebbe potuto passare in mani migliori”.

Il sindaco di Orbetello conferma: “Ho accettato con entusiasmo la proposta di candidatura – dichiara Casamenti – e voglio sottolineare l’importanza della squadra, dell’unità e della compattezza che sarà alla base ora e in futuro della guida dell’Amministrazione provinciale. Sono un sindaco sostenuto dalla coalizione di centrodestra, ma la mia storia politica è ormai da 11 anni connotata dal civismo: pur essendo espressione chiara del centrodestra non ho tessere di partito. Tutti i territori saranno chiaramente rappresentati nel nome della continuità amministrativa e continuerò a percorrere il solco tracciato dall’azione del presidente uscente Vivarelli Colonna. Proprio il mio essere civico mi consentirà di rappresentare non solo gli interessi del centrodestra, ma anche quelli dei tanti rappresentanti indipendenti dei Comuni, nonché degli scontenti della coalizione avversaria che ha scelto di candidare un tesserato del Pd”.

Commenti