Quantcast
#elezioniprovincia2021

Elezioni in Provincia, Cinelli avverte: «Apriamo il tavolo di confronto o Magliano non vota»

Diego Cinelli

GROSSETO – Le voci di candidature alla presidenza della provincia di Grosseto aprono le prime discussioni all’interno del centrodestra. Alla notizia non ancora ufficializzata della scelta di candidare Andrea Casamenti a presidente della provincia, fanno eco le parole del primo cittadino di Magliano in Toscana, Diego Cinelli.

leggi anche
Limatola Casamenti
#elezioniprovincia2021
Elezioni in Provincia: si va verso una sfida a due. In pole Limatola e Casamenti

«Non ci sto a candidati imposti dall’alto – dice Cinelli – se si vuole scegliere un candidato condiviso, nel centrodestra bisogna aprire un tavolo di confronto tra tutte le forze politiche e tra i sindaci».

Un primo confronto Cinelli lo avrà a breve con gli altri sindaci della Lega, Luca Grisanti di Campagnatico e Francesca Travison di Scarlino.

«È necessario – aggiunge Cinelli – discutere prima di fare delle scelte anche perché c’è bisogno nei prossimi anni che il territorio sia ben rappresentato nell’amministrazione provinciale; tra l’altro questa volta ci sarà la possibilità di nominare anche tre assessori e per questo è importante parlare prima degli assetti politici».

Se non saranno ascoltate le sue richieste di dialogo, Cinelli è pronto anche ad un gesto forte. «Se ci sarà un candidato calato dall’alto io e il mio gruppo civico non andremo a votare».

«La partita – conclude Cinelli – anche sul piano dei numeri non è così scontata e per questo c’è bisogno di candidature condivise; Vivarelli Colonna con il suo carisma e la sua civicità era in grado di attrarre anche i voti di tanti incerti, ma se la scelta deve andare su un sindaco “politico” come Andrea Casamenti che è di Forza Italia, prima voglio ci sia un passaggio tra i partiti».

 

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI