Quantcast

Grossetani su Netflix nel film “Ritorno alla natura”

GROSSETO – Piccoli grandi doppiatori crescono.

Lo Studio Enterprise prosegue il viaggio senza soste.

Il percorso della scuola grossetana si è arricchito di inaspettate difficoltà a causa della pandemia, ma non si è mai fermato grazie alla volontà e alla professionalità dello staff.

A dimostrazione dell’attento lavoro svolto nell’ultimo periodo, è arrivata la notizia del debutto davanti al leggio della giovane Gaia Mancaniello, una soddisfazione in più per la scuola di teatro e doppiaggio diretta da Alessandro Serafini.

L’esordio dell’allieva dello Studio Enterprise ha come matrice un film di animazione molto atteso e in uscita sulla piattaforma Netflix a partire dal 10 dicembre.

Il titolo è “Back to the Outback – Ritorno alla natura”, film che narra le vicende di un gruppo di animali tra i più letali del continente australiano, stanchi di essere imprigionati in un rettilario dello zoo.

Ecco allora che organizzeranno la fuga verso l’Outback.

Un luogo dove potranno sentirsi a casa senza essere giudicati per la loro pericolosità.

Maddie il serpente velenoso, il diavolo spinoso Thorny Devil Zoe, il ragno peloso Frank e lo scorpione Nigel, formeranno la banda in fuga. Inaspettatamente anche Pretty Boy, un mite koala, deciderà di unirsi al gruppo per un esilarante viaggio attraverso l’Australia, inseguiti da Chaz, il guardiano dello zoo.

Il film di animazione che appassionerà i più giovani è stato doppiato presso la Dubbing Brothers di Roma sotto la direzione di Fabrizio Pucci.

La celebre voce di Russel Crowe, Brendan Frasier e tanti altri, da anni collabora con lo Studio Enterprise in qualità di docente.

Proprio grazie alla sua attenta visione è arrivata la prima chiamata per Gaia Mancaniello, a completamento di un periodo di crescita professionale all’interno della scuola grossetana di doppiatori.

Commenti