Quantcast

Obbligo green pass: riunione in Prefettura. Aumentare punti vaccinali e per tamponi e trasporti

GROSSETO – In mattinata il prefetto Paola Berardino ha presieduto una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, nel cui ordine del giorno rilievo centrale ha assunto il tema dell’ imminente decorrenza dell’ obbligo di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID – 19 (c.d. Green pass ) nei luoghi di lavoro pubblici e privati.

Per la tematica in trattazione, pertanto, l’incontro non si è limitato alla partecipazione dei componenti necessari e di diritto dell’organismo – costituiti dai rappresentanti provinciali delle Forze dell’Ordine, dell’Amministrazione provinciale e del Comune di Grosseto -, ma si è esteso fino a includere diversi rappresentanti istituzionali (Ispettorato territoriale del lavoro, Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro, Azienda USL – Prevenzione, Igiene e Sicurezza nei luoghi di lavoro e Dipartimento Politiche del Farmaco e Attività Farmaceutiche), di ordini professionali e associazioni di categoria (Ordine Nazionale Biologi, Assofarm, Federfarma) nonché del soggetto gestore del trasporto pubblico locale (Tiemme spa).

Il prefetto, nel ringraziare tutti gli intervenuti per l’ampia adesione assicurata, ha chiarito le ragioni sottostanti alla convocazione odierna in Prefettura: l’esigenza di un esame preventivo, condiviso tra tutti gli interlocutori interessati, del possibile impatto in ambito territoriale dell’obbligo di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID – 19. In particolare l’incontro è stato finalizzato, da un lato, a comprendere, sul piano dei competenti servizi istituzionali e/o professionali di settore (farmacie, laboratori e punti vaccinali), la risposta territoriale a un eventuale incremento di accesso/fruizione dei servizi stessi da parte di utenza interessata a regolarizzarsi rispetto all’obbligo indicato; dall’altro, invece, sono state rivolte ulteriori, mirate sensibilizzazioni al gestore dei trasporti pubblici locali in considerazione delle ricadute dell’obbligo di Green pass nel delicato settore della mobilità.

Quale specifica misura di impulso alla generalizzata sensibilizzazione sul tema, si preavvisa che nella giornata di domani saranno pubblicati sul sito istituzionale della Prefettura gli elenchi delle farmacie e dei laboratori in cui è possibile sottoporsi a test antigenici rapidi.

Commenti