Quantcast

Agevolazioni fiscali per le aree interne, Spadi: «Diamo un futuro ai comuni più svantaggiati»

FIRENZE – “Con gli adeguati contributi e agevolazioni fiscali possiamo dare un futuro ai comuni più svantaggiati”. Con queste parole Donatella Spadi, consigliere regionale Pd e vicepresidente della commissione Aree interne, commenta la proposta di risoluzione che impegna la giunta regionale ad attivarsi attraverso il Governo e il Parlamento affinché siano inserite specifiche fiscalità di vantaggio a favore delle aree interne, insulari e comuni di montagna, incentivando, così, l’attrattività e il ripopolamento dei cosiddetti comuni svantaggiati.

“Con questa proposta – commenta Spadi – vogliamo dare respiro ai comuni più svantaggiati. Il 5 ottobre il governo Draghi ha presentato un disegno di legge mirato alla revisione di tutto il sistema fiscale italiano. La nostra volontà è quella di inserire delle agevolazioni fiscali per le aree interne, la cosiddetta ‘fiscalità di vantaggio’. La Toscana è una regione con diverse località insulari, montane e interne, e sappiamo bene quanto preoccupante e difficile sia la loro situazione. Negli ultimi anni hanno assistito a un vero e proprio depauperamento del proprio patrimonio a causa delle numerose difficoltà legate al vivere quotidiano che hanno reso impossibile la crescita di imprese sul territorio”.

“Tutti i comuni toscani – conclude il consigliere regionale – costituiscono un patrimonio artistico e culturale della nostra Regione. Con l’inserimento delle agevolazioni fiscali riusciremo a rendere attrattiva la vita dei comuni delle aree interne. L’obiettivo sarà quello di rendere questi comuni ‘appetibili’ per le imprese che vorranno investire, non solo sul lavoro, ma anche sulla qualità della vita del dipendente. Dove c’è lavoro ci sono opportunità, dove ci sono opportunità ci sono i servizi e dove ci sono i servizi c’è la vita di una comunità”.

Commenti