Quantcast

36 milioni al Distretto Toscana sud, Breda: «Svolta per il progetto, si apre una nuova fase»

GROSSETO – Sembra giungere ad una svolta fondamentale il progetto del Distretto rurale della Toscana del Sud di cui la Camera di commercio della Maremma e del Tirreno è capofila e promotrice: il Ministero delle Politiche agricole ha stanziato infatti le risorse per finanziare il bando su cui sono state presentate le progettualità del Distretto rurale della Toscana del Sud, dal valore di un totale di 36 milioni di euro, destinati ad investimenti nel comparto agricolo e agroalimentare.

Il Distretto era stato riconosciuto dalla Regione Toscana a gennaio 2018 e comprende la provincia di Grosseto ed in parte le province di Siena, Livorno e Arezzo. Il Distretto, che si è dotato di una propria Assemblea presieduta da Enrico Rabazzi, in questi anni ha sempre proseguito la propria attività su vari fronti, ma il finanziamento da parte del Ministero è un passo essenziale.

Una notizia che arriva a pochi giorni dalla conferma a presidente della Camera di Commercio di Riccardo Breda, che apre così il nuovo quinquennio di presidenza coronando uno dei progetti più ambiziosi lanciati negli anni precedenti.

“Un risultato straordinario che premia un lungo percorso seguito con determinazione da parte di tutti i componenti dell’Assemblea di Distretto e del personale camerale, che ha fornito la professionalità e l’assistenza necessaria – esprime la sua soddisfazione Riccardo Breda – gli interventi che così saranno possibili consentiranno al Distretto di ridisegnare il comparto agroalimentare delle province di Grosseto e di Livorno, oltreché naturalmente delle altre porzioni di territori interessati. Si apre adesso una nuova fase, la prossima sfida sarà gestirla al meglio, sempre al fianco della Regione Toscana, che ha offerto in questi anni un supporto importante”.

Commenti