Quantcast

Violenza sulle donne: in arrivo sette panchine rosse con il numero 1522

Più informazioni su

PIOMBINO – Sarà inaugurata sabato 16 ottobre alle 17.30 la panchina rossa di corso Italia contro la violenza sulle donne. L’appuntamento, inizialmente previsto per il 9 ottobre, era stato infatti posticipato per motivi organizzativi.

All’evento interverranno l’assessore alle Politiche sociali Carla Bezzini, la presidente della Commissione Pari Opportunità Rosy Di Falco assieme alle vicepresidenti Nicla Robba e Fabiola Bertolai e la responsabile del Centro Antiviolenza Eliana Ghini.

Sono sette in totale le panchine rosse che sono state installate a Piombino, collocate rispettivamente in corso Italia, piazza Dante, Perticale, Salivoli, Cotone, Populonia e Riotorto. Le panchine sono dotate di una targa, progettata gratuitamente dallo studio grafico Caciagli e prodotta da Toscolito a prezzo di costo, riportante il numero 1522, la help line contro la violenza e lo stalking.

Il progetto “La Panchina rossa” si inserisce nel percorso di sensibilizzazione e di informazione lanciato dagli Stati Generali delle Donne come monito contro la violenza sulle donne e in favore di una cultura di parità. L’iniziativa è promossa dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Piombino che attraverso la collocazione significativa delle panchine verniciate di rosso, il colore utilizzato per le campagne di sensibilizzazione contro il femminicidio e in favore delle pari opportunità, mira a promuovere la partecipazione attiva alla tutela dei diritti e della libertà di scelta.

“Le panchine sono simboli contro ogni violenza sulle donne – ha detto la presidente della Commissione Pari Opportunità Rosy Di Falco -, perché urge la necessità di diffondere i valori dell’uguaglianza e della parità fra i sessi, generati dal reciproco rispetto. Si tratta di un’iniziativa di immediata visibilità che proietta l’attenzione su una tematica fondamentale per la quale occorre agire concretamente ogni giorno. Sulle panchine è apposto il numero 1522: è il recapito telefonico gratuito da contattare per chiedere aiuto al Centro antiviolenza e stalking. È collegato alla rete dei Centri antiviolenza e alle altre strutture per il contrasto alla violenza di genere presenti sul territorio e attivo 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno. Il Centro svolge un’azione costante e forte nel tempo, offrendo aiuto, protezione e tutela dei diritti alle donne vittime di violenza. Ogni giorno infatti occorre operare con costanza per liberare le donne dalla violenza in ogni sua forma ed educare al rispetto della persona, combattendo gli stereotipi che sono alla base di una visione sbagliata di donne e uomini nella società. Vorrei pertanto ringraziare lo studio grafico Caciagli per aver realizzato gratuitamente la grafica e Toscolito per aver prodotto le targhe a prezzo di costo”.

 

Più informazioni su

Commenti