Quantcast

25 anni per Club Inner Wheel: «Un impegno costante al servizio della cultura e delle persone»

FOLLONICA – Sabato 25 settembre, nella splendida cornice della Fattoria Cirene, si sono svolti i festeggiamenti per il 25° Anniversario della fondazione del Club Inner Wheel di Follonica.

Insieme ai molti graditi ospiti erano presenti la governatrice del Distretto 209  Simona Calai Granelli, la segretaria distrettuale Anna Rita D’Auria D’Alessandro, le past governatrici Daniela Soderi Vitali e Franca Di Cesare Romagnoli, il presidente del Rotary Club di Follonica Pietro Gavazzi, il sindaco del Comune di Follonica Andrea Benini, la presidente della commissione Politiche di genere del Comune di Follonica e coordinatore Codice rosa della rete ospedaliera e territoriale 118- Asl Toscana sud-est  Chiara Marchetti, la presidente del Club Soroptimist Follonica e Colline Metallifere Eleonora Di Buduo.

“1996 – 2021, venticinque anni di ininterrotta attività sul territorio – ha dichiarato la presidente del Club Laura Alberti -, un percorso fatto di azioni concrete al servizio degli altri.  Molti gli ambiti in cui il Club ha operato e continua a lavorare, dai service alla promozione della cultura, dal sostegno alla donna a quello dei bambini e dei ragazzi, dalla scuola all’ambiente parlando di plastica e di salvaguardia del patrimonio ‘verde’.”

“Il service rappresenta da sempre il fulcro delle nostre attività – ha proseguito Laura Alberti- sia che si tratti di service culturali che umanitari.”

“Così negli anni sono nati progetti a sostegno delle varie associazioni che operano sul nostro territorio come il coordinamento interparrocchiale opere caritative di Follonica , C.R.I., A.N.F.F.A.S.,  A.G.B.A.L.T, Olympia De Gouges, il Mandorlo, ma anche collaborazioni con Rotary, Rotaract e C.I.F. ”

“Il nostro aiuto – ha continuato la presidente del Club – si è concretizzato anche a livello nazionale durante i terremoti del centro Italia e, a livello internazionale  in tutti i casi di calamità naturali.”

“Non sono mancate  attività culturali, conferenze che hanno spaziato nei più svariati ambiti sia in campo medico che scientifico, sia storico che etico, presentazioni di libri, restauri,  mostre, concerti, collaborazioni con la scuola di musica comunale e con le scuole di ogni ordine e grado della città.”

“Non è semplice sintetizzare il lavoro sviluppato in un così ampio arco temporale, attraversato da molti cambiamenti sociali, tecnologici ed impensabili come quelli causati dalla pandemia, ma quello che emerge dalle parole della presidente è l’immutato spirito che fin dalla nascita ha animato il Club, quello dell’amicizia, del lavorare insieme per obiettivi condivisi, dell’appartenenza, il valore del dialogo, professare la solidarietà e la tolleranza.”

“Il futuro? – ha concluso la presidente – Il nostro impegno sarà sempre quello di portare con orgoglio il nostro simbolo delle due ruote e di continuare a sviluppare il grande lavoro fatto negli anni trascorsi con la stessa passione e dedizione che ci sono state trasmesse.”

Commenti