Quantcast

Vivarelli Colonna: «Grosseto città universitaria, continueremo a investire»

GROSSETO – “Grosseto è una città universitaria. Negli ultimi cinque anni abbiamo puntato molto sul tema dell’istruzione superiore, prima sottovalutato, ed è già pronto un piano di nuovi interventi per valorizzare ancora di più questa vocazione”.

Antonfrancesco Vivarelli Colonna, candidato sindaco di Grosseto, delinea gli obiettivi amministrativi per il potenziamento del polo universitario cittadino.

“Grazie al nostro impegno – prosegue – il Polo Universitario Grossetano è diventato una Fondazione: abbiamo così dato il via al rilancio dell’intero sistema sia dal punto di vista dell’offerta formativa, che conta oggi sette corsi di laurea triennali e un corso di laurea a ciclo unico, sia dal punto di vista della presenza sul territorio attraverso iniziative, partnership e collaborazioni con enti pubblici o privati. Oggi, la Fondazione è diventata un patrimonio comune, da difendere e far crescere: uno “sviluppatore urbano” fondamentale che non è confinato al solo ambito dell’istruzione ma che occupa un posto di rilievo nel percorso di sviluppo economico, sociale e culturale del territorio, che attrae studenti qualificati e garantisce la nascita profili professionali altamente specializzati e pronti ad entrare nel mondo del lavoro”.

“Tutte le sedi universitarie saranno presto interessate da una vasta opera di ristrutturazione e adeguamento degli spazi, per una funzionalità sempre maggiore. Non solo: investiremo nella creazione di una innovativa struttura formativa, per valorizzare le tradizionali vocazioni e filiere territoriali. Questo nuovo centro sarà dotato di laboratori all’avanguardia, tra cui un laboratorio mobile direttamente dedicato alla bioeconomia territoriale”.

“Corsi di laurea e attività di insegnamento, dunque, ma anche percorsi professionali e investimenti nelle attività produttive della nostra zona: l’università sarà il legame diretto tra mondo della ricerca e dell’innovazione e le imprese e istituzioni locali, che a loro volta saranno sempre più in grado di interpretare bisogni ed esigenze del nostro tessuto socioeconomico. Ecco l’idea di crescita che ci anima – conclude Vivarelli Colonna – una prospettiva concreta, un vero motore dello sviluppo locale”.

 

Commenti