Quantcast

Ritmi alti e due reti per parte nell’amichevole fra Circolo Pattinatori e Follonica

GROSSETO – Finisce in parità (2-2) il secondo derby precampionato tra Edilfox Grosseto e Galileo Follonica. Sulla pista di via Mercurio le due maremmane di serie A1 si sono affrontate a viso aperto in una gara dai ritmi altissimi. Il Follonica si è confermato lo squadrone che lo scorso anno ha fatto tremare il Forte dei Marmi in semifinale, Grosseto ha ribadito di avere una formazione in grado di poter migliorare i risultati della passata stagione, anche se mercoledì sera ha sbagliato un po’ troppo.

Nel primo tempo parte meglio il Follonica che passa in vantaggio al sesto con Federico Pagnini. Con il passare dei minuti cresce il Circolo Pattinatori che crea decine di opportunità, mentre gli azzurri si fanno vedere con un tiro di Marco Pagnini a lato. Barozzi, dal canto suo, compie un mezzo miracolo su Rodriguez servito a meraviglia da dietro la porta da Saavedra. L’attaccante inglese Alex Mount mette alto davanti all’esterno difensore follonichese, ma si riscatta firmando la bellissima rete del pareggio. Prima della fine del tempo Nacevich spara su Barozzi.

Nella ripresa Federico Pagnini manda sulla traversa un rigore dopo 2’24 di gioco, mentre al 4′ Davide Banini infila al sette una punizione di seconda da fuori area. A questo punto inizia il festival delle occasioni da rete dell’Edilfox Saavedra non riesce a segnare sul servizio di Biancucci, mentre qualche istante dopo è Rodriguez a mancare il gol sulla palla di Saavedra. Nacevich scheggia il palo, mentre Saaveda lo colpisce pieno. A 9’55 dalla fine bella azione personale di Alessandro Franchi. Al 17′ per un fallo di Rodiguez il Galileo Follonica usufruisce di un rigore, messo a lato dallo spagnolo Llobet. Menichetti a 6’52 dice di no a Federico Pagnini. Al 21′ il Circolo Pattinatori trova il meritato pareggio: per un fallo di pattino di Montigel i biancorossi battono un rigore che Rodriguez trasforma superando Irace. Nelle battute conclusive, a 71 secondi dalla fine, Mount ha la palla della vittoria nella stecca ma la sciupa.

«Sono contento – ha dichiarato a fine partita il mister del Grosseto Federico Paghi – anche se è stata la peggiore delle tre partite disputate. I ragazzi hanno pagato il carico di lavoro di queste settimane e si sono visti alcuni errori in fase di passaggio e molta imprecisione in attacco. Comunque la strada per arrivare al debutto in A1 è quella giusta».

Commenti