Quantcast

Trasporto pubblico, ciclovia, piano scuole: a Follonica la mobilità è sostenibile grazie al Citec

FOLLONICA – Sarà la Citec Italia Srl a redigere per il Comune di Follonica il Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums). Specialista in mobilità, Citec si occupa di pianificazione urbana, gestione, sviluppo e regolamentazione dei trasporti.
Il Pums è un piano strategico che si basa sugli strumenti di pianificazione esistenti e tiene in debita considerazione i principi di integrazione, partecipazione e valutazione per soddisfare  le necessità di mobilità delle persone e delle merci con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nelle città e nei loro dintorni.
Nell’accezione riconosciuta dalle Linee approvate dalla Direzione generale per la mobilità e i trasporti della commissione europea, un «Piano urbano della mobilità sostenibile è un piano strategico che si propone di soddisfare la variegata domanda di mobilità delle persone e delle imprese nelle aree urbane e peri-urbane per migliorare la qualità della vita nelle città. Il Pums integra gli altri strumenti di piano esistenti e segue principi di integrazione, partecipazione, monitoraggio e valutazione».
Nel 2020 il Comune di Follonica ha approvato il documento programmatico e di indirizzo dedicato alla redazione del Pums sulle linee guida individuate nel 2019. Per mettere in atto gli obiettivi indicati è stato dato il via ad un’indagine di mercato al fine di individuare gli operatori economici da invitare alla procedura che si è svolta in modalità telematica. Il criterio di aggiudicazione è stato quello dell’offerta economica più vantaggiosa e ad aggiudicarsi la gara è stata la Citec Italia Srl, con un’offerta di 20 mila euro.
Tra gli obiettivi da raggiungere con il nuovo piano c’è il rilancio e l’efficientamento del trasporto pubblico locale, la stesura di un piano scuola che tenga conto anche del nuovo polo scolastico al Parco Centrale, la valorizzazione della Ciclovia Tirrenica trovando soluzione per il collegamento della città di Follonica con il Parco di Montioni, il miglioramento della sicurezza stradale e l’efficientamento del trasporto delle merci nel tessuto urbano, oltre all’abbattimento delle barriere architettoniche e al miglioramento della gestione della sosta e della segnaletica. Tra gli obiettivi fondamentali da raggiungere c’è poi, ovviamente, la diminuzione delle emissioni cittadine di CO2 , promuovendo un nuovo approccio al trasporto pubblico locale.

Commenti