Quantcast

Torna la Notte visibile della cultura: 28 eventi tra le Mura medicee

GROSSETO – Ventotto eventi sul circuito delle Mura, tra performance e mostre, con visite guidate e musei aperti a ingresso libero in tutta la città.

È la Notte visibile della cultura, che torna sulle Mura medicee di Grosseto dopo il grande successo dell’edizione 2020 che fece registrare oltre 3mila visitatori in poche ore: l’appuntamento è per sabato 25 settembre dalle ore 18 a mezzanotte.

L’evento clou della Città visibile, la manifestazione d’arte e animazione culturale urbana organizzata dal Polo culturale Le Clarisse di Fondazione Grosseto Cultura, porta nel cuore della città una serie di eventi dedicati al tema della rassegna, “Il lavoro culturale: il mito della provincia a 50 anni dalla morte di Luciano Bianciardi”.

«La Città visibile della cultura, con l’appuntamento della Notte visibile – dichiara il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Grosseto, Luca Agresti – si conferma uno degli eventi culturali principali della nostra città. E l’edizione 2021 è resa ancor più speciale dal tema della rassegna, dedicata al “Lavoro culturale” del nostro amato Bianciardi nella ricorrenza del mezzo secolo dalla scomparsa.

Sarà in ogni caso l’occasione per vivere le Mura sotto una luce diversa, all’insegna della cultura, in piena sicurezza. Ringrazio gli organizzatori e tutti gli artisti che hanno messo il loro talento al servizio di questa manifestazione, ormai una tradizione che diventa ogni anno più preziosa per Grosseto. Invito tutti a partecipare».

«Il programma della Notte visibile 2021, e più in generale della Città visibile – dichiarano il presidente di Fondazione Grosseto Cultura, Giovanni Tombari, e il direttore del Polo culturale Le Clarisse, Mauro Papa – è più ricco che mai.

Oltre al circuito con decine di eventi sulle Mura medicee, che riproponiamo con tutte le opportune disposizioni di sicurezza dopo il grande successo della scorsa edizione, quest’anno l’offerta culturale prevede per la prima volta anche due splendide mostre sull’artigianato artistico, con spazi dedicati agli artigiani maremmani, una delle quali coinvolge i capolavori del Museo Luzzetti.

La Notte visibile, infatti, non è solo le Mura: è un evento che punta i riflettori sull’intera città e soprattutto sui suoi abitanti, all’insegna dell’inclusione».

La Notte visibile della cultura sulle Mura medicee di Grosseto (inaugurazione alle ore 17.30 di sabato 26 settembre al Bastione della Rimembranza) propone decine di iniziative culturali previste sui camminamenti, nei bastioni, nelle troniere e nelle piazze basse: il percorso prevede una “passeggiata continua” che troverà delle soste in piccole “aree spettacolo” dove il pubblico – se sarà possibile rispettando il distanziamento – potrà fermarsi e assistere alle varie performance.

Tra le altre, lo spettacolo di luci al Giardino dell’archeologia, “Arte sotto le stelle” con le opere degli studenti del Liceo artistico di Grosseto, esibizioni di danza, una mostra d’arte a cura di Agaf, la performance dei Madrigalisti di Magliano e della Corale Puccini, musica soul live, il concerto dei “Quota 100” con rock, pop e blues degli anni ‘60 e ‘70. Inoltre la Sala Eden ospiterà una mostra-mercato di artigianato artistico locale, a cura di Francesca Perillo e in collaborazione con Artex, Cna e Confartigianato.

L’edizione 2021 della Notte visibile della cultura, dunque, si distigue per la riapertura di due luoghi storici della città: la Sala Eden, con la mostra di artigianato, e la Cavallerizza, con tre performance di danza.

Inoltre tutti i musei della città saranno aperti con ingresso gratuito dalle ore 18 a mezzanotte: al Museo archeologico sarà possibile visitare la mostra “Una terra di mezzo.

I longobardi e la nascita della Toscana”, il Museo di storia naturale della Maremma ospiterà dalle 21 alle 23 la mostra “Terra selvaggia – Scatti di natura in Maremma” con la proiezione di immagini naturalistiche a cura di Maremma Pro Natura, mentre al Polo culturale Le Clarisse sarà in esposizione la mostra “Galleria dell’artigianato – Splendide trame”.

Al MuseoLab, al piano superiore, “Nei campi e in miniera – Racconti tattili-olfattivi sulla vita e il lavoro in Maremma tra ieri e l’altro ieri”: un percorso espositivo ispirato alle antiche pratiche agricole e minerarie documentate dalla attività di ricerca del dipartimento di Scienze storiche e dei Beni culturali nel territorio della Maremma.

Nell’adiacente Collezione etnografica “Roberto Ferretti” – e in particolare nella Sala degli attrezzi – sono conservati oggetti e strumenti di lavoro ancora in uso negli anni Cinquanta e Settanta. Inoltre dalle 21 alle 23 è prevista l’apertura straordinaria delle stanze che ospitano le zanne di elefanti preistorici, un’esposizione a cura di Simona Pozzi, Stefania Caloni e Umberto Lamioni. Alla Biblioteca comunale Chelliana “Pirati di Maremma”, un laboratorio teatrale per bambini da 6 a 11 anni (su prenotazione dalle 18.30 alle 20 e dalle 20.30 alle 22 per un massimo di 15 partecipanti) e “Le metamorfosi di Arlecchino”, uno spettacolo di commedia dell’arte con il maestro argentino Pablo Torregiani (su prenotazione, con Green pass, dalle 22.30 alle 23.30 per un massimo di 45 persone): scrivere a info@chelliana.it o chiamare il numero 0564 488054/55.

Confguide-Confcommercio, Le Orme, Fondazione Luciano Bianciardi e Compagnia teatrale “Ridi pagliaccio” propongono visite guidate e reading a partire dalle ore 18.

Il programma completo è disponibile sul materiale promozionale scaricabile anche sul sito www.fondazionegrossetocultura.it.

In occasione della Notte visibile della cultura sarà possibile sottoscrivere o rinnovare la Grosseto Card – la tessera socio di Fondazione Grosseto Cultura – al prezzo speciale di 10 euro, rivolgendosi a uno degli stand di Fondazione sulle Mura.

La città visibile della cultura 2021

Il programma:

Martedì 21 settembre

Ore 18.30, Libreria Palomar, piazza Dante

“Le cronache sportive di Cristiano Piccinelli. Dai campi della Serie D alle Olimpiadi”. Conversazione tra Cristiano Piccinelli (giornalista Rai) e Niccolò Maria Santi (Casa Baggio), a cura di Fondazione Grosseto Cultura e Banca Tema.

Giovedì 23 settembre

ore 18, piazza Indipendenza

Presentazione del libro “Istia d’Ombrone, monumento ai caduti e altre lapidi”, biografia e repertorio delle opere dello scultore Ivo Pacini. Interverranno Andrea Guidoni (Proloco di Istia d’Ombrone), le autrici Tamara Gigli e Simona Pozzi, Stefano Innocenti (Casa Editrice Innocenti) e Alessandro Nardini.

Venerdì 24 settembre

ore 17, centro storico di Grosseto

“Bright 2021: la Notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori”

ore 21, Piazza Baccarini

“Simulacra”, videomapping show a cura di Q2 Visual.

in contemporanea: presentazione del catalogo della mostra “Simulacra” di Michele Guerrini e Michele Guidarini a cura di Stefania Sagliocco. In collaborazione con Maam, Polo culturale Le Clarisse, Galleria La Linea e Kansassiti.

Sabato 25 settembre

ore 17.30, Bastione della Rimembranza, Mura Medicee

Inaugurazione della Notte visibile della cultura (dalle ore 18 a mezzanotte)

Potrà accedere al percorso chi sarà provvisto di Green pass (digitale o cartaceo).

In mancanza di Green pass, è ammessa l’esibizione del certificato con esito negativo del test molecolare e rapido eseguito 48 ore prima.

Sono esenti dall’obbligo di presentare il Green pass i bambini di età inferiore ai 12 anni e coloro che presenteranno idonea certificazione medica.

Commenti