Quantcast

Vaccini senza prenotazione: ecco dove e quando farli. Gli appuntamenti della settimana

GROSSETO – L’Asl Toscana sud est, in linea con le indicazioni della Regione Toscana, garantisce l’accesso libero ai propri centri e camper vaccinali, consentendo di presentarsi anche senza prenotazione negli orari programmati. I già prenotati conserveranno la precedenza, ma ci sarà posto per chiunque chiederà di essere vaccinato, da un’ora dopo l’apertura fino a un’ora prima della chiusura delle sedute.

Ecco la programmazione con sedi, giorni e orari ad accesso libero, nella settimana da oggi, lunedì 20, a domenica 26 settembre, in provincia di Grosseto. I vaccini utilizzati sono Pfizer e Moderna.

Grosseto, granaio Lorenese, loc. Spergolaia, Alberese
– giovedì e venerdì, 9-14
– lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica, 14-20

Grosseto, Caserma Savoia
– lunedì, martedì, mercoledì, sabato e domenica, 9 – 14
– martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato, 14-20

Follonica, ex Fonderia
– lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, sabato, domenica, 9 – 14
– lunedì, martedì, sabato, domenica, 14 – 20

Massa Marittima, ex convento delle Clarisse
– sabato e domenica, 9 -14

Castel del Piano, discoteca Kronos
– martedì, mercoledì, giovedì, sabato, domenica, 9 -14

Albinia, ristorante Attimi
– lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, sabato, 9 -14
– lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, 14 – 20

Manciano, palazzetto dello sport
– sabato, 9 – 14

Appuntamenti dei camper vaccinali con libero accesso:
Nei Comuni
– martedì 21, 9-13, Sorano, parcheggio del Comune
– martedì 21, 14.30-16.30, Sorano, piazza centrale San Quirico
– martedì 21, 8-13.30, Ribolla, piazza della Libertà
– mercoledì 22, 8-13.30, Roccastrada, piazza XXV aprile
– sabato 25, 8.30-13, Scarlino scalo, via Matteotti
-domenica 26, 8.30-13, Paganico, ex campo sportivo.

Per gli studenti nell’ambito del progetto “GiovaniSì vaccinano”
– lunedì 20 – Orbetello, parcheggio distretto Asl, via Donatori del sangue 12-17
– lunedì 20 – Grosseto, Cittadella dello studente, 11-17
– giovedì 23 – Massa Marittima, parcheggio Istituto Bernardino Lotti, 11-17
– venerdì 24 – Follonica, Parco Centrale, 11 -17.

“L’accesso è libero, fino al 30 settembre, anche per coloro che devono ricevere il richiamo, dopo l’intervallo minimo previsto – spiega la Regione -. Gli hub sono ad accesso libero anche per i minori, che devono essere provvisti, oltre che di documento di identità e tessera sanitaria, anche del modulo del consenso firmato e accompagnati da entrambi i genitori, oppure con un solo genitore con apposita delega o autocertificazione, in cui è dichiarata l’impossibilità del secondo genitore a essere presente alla vaccinazione (con fotocopia documento identità del genitore assente)”.

“Questo ricco ventaglio di opportunità, offerto ai nostri cittadini, ha già dato risultati molto significativi. Oggi abbiamo registrato quasi 5 milioni e 200mila vaccini somministrati, tra prime e seconde dosi – commenta il presidente Eugenio Giani -. La Toscana si colloca tra le prime Regioni per adesione della popolazione alla campagna di vaccinazione, tanto da essere vicinissimi all’80% di copertura vaccinale, necessario per la tutela della salute individuale e collettiva. Nonostante questi ottimi risultati, continuiamo a lavorare, tutti insieme, con il massimo impegno, perché sappiamo bene che cosa c’è in gioco. L’intero sistema sanitario regionale, la protezione civile, la rete di volontariato, i medici e i pediatri di famiglia, le farmacie, hanno consentito alla Toscana di raggiungere il dato più alto in Italia. Questo importante risultato testimonia ancora una volta il senso di responsabilità e di consapevolezza collettiva, che è il tratto distintivo della nostra comunità, che ringrazio di cuore”.

Stando ai dati elaborati dalla Fondazione Gimbe (riportati nell’aggiornamento delle ore 7:55 di oggi 20 settembre), la Toscana è la prima Regione in Italia in quanto a popolazione vaccinata con almeno la prima dose (per un totale di 78,5%), ed anche con seconda dose, ovvero con il ciclo vaccinale completato (68,3%, segue al secondo posto la Lombardia).

Commenti