Quantcast

Breda: «Stupefatti per le parole di Culicchi. Non ci siamo mai sottratti al confronto»

GROSSETO – “Ci lasciano stupefatti le parole del candidato sindaco Leonardo Culicchi, che critica la Cna perché non avrebbe accolto il suo invito a partecipare a tavoli di concertazione. Invito che, è bene precisarlo, a noi non è mai arrivato e che avremmo, invece, raccolto volentieri tanto più se fatto insieme ad altre associazioni di categoria”, a parlare è Riccardo Breda, presidente di Cna Grosseto.

“Questo – prosegue – perché da sempre Cna è molto attenta ed interessata a partecipare a momenti di confronto per illustrare le esigenze dei nostri associati, soprattutto quando il confronto può avvenire con chi si candida alla guida di un comune capoluogo di provincia, come quello di Grosseto. A dimostrazione della nostra buona fede, se mai ce ne fosse bisogno, ricordo al candidato Culicchi che, in occasione dell’annuncio della sua candidatura, ha avuto un incontro con il nostro direttore, come avvenuto con altri candidati, per conoscere meglio i nostri progetti per la città di Grosseto.

Non sta certo a Culicchi suggerire alla Cna le iniziative da organizzare: in passato, abbiamo sempre promosso, in occasione delle tornate elettorali, incontri con i candidati sindaco nella nostra sede, ma non abbiamo ritenuto opportuno farlo quest’anno perché le disposizione antiCovid non avrebbero certo consentito quella partecipazione che qualifica il momento di confronto e lo rende proficuo. La presenza di otto candidati a ricoprire la carica di primo cittadino mal si coniuga con la possibilità di rendere l’incontro effettivamente partecipato e realizzare il cosiddetto ‘confronto all’americana’ che in altre occasioni abbiamo potuto fare. Questo perché diamo valore a confronti di questo tipo che, se realizzati di fronte ad una esigua platea, perdono di senso.

Le passerelle non ci interessano, perché servono di più a chi sfila che a chi assiste e Culicchi, che è stato per alcuni anni segretario di uno dei maggiori partiti del territorio, avrebbe potuto in qualsiasi momento fare visita alla nostra associazione, dato che non c’è bisogno di accettare la candidatura a sindaco per sentire l’esigenza di ascoltare e raccogliere i bisogni delle imprese.

Le istanze delle nostre imprese le abbiamo sempre e costantemente rappresentate, attraverso la stampa e con iniziative e quindi non attendiamo di certo l’occasione delle elezioni amministrative per portare all’attenzione i temi cari e necessari alle nostre imprese. Temi, peraltro, che in questo periodo in cui si paga lo scotto della pandemia ancora in corso, sono tristemente noti.

Troviamo singolare, per non dire inopportuno e fuori luogo, il fatto che Culicchi dia una pagella alle associazioni di categoria. Non è mai accaduto prima d’ora che qualcuno si prendesse questa libertà, in spregio alle regole democratiche che garantiscono la vita di ogni associazione di categoria. Una dichiarazione tanto più inadeguata perché arriva da chi si candida alla guida di Grosseto”, conclude Breda.

Commenti