Quantcast

Lista Chiavetta esclusa, Caponi: «Dispiaciuti, era un progetto vincente. Ora guardare avanti»

ORBETELLO – «La lista Mario Chiavetta sindaco è definitivamente fuori dalla competizione elettorale, questa è la decisione presa dal Consiglio di Stato, decisione ampiamente prevedibile».

Sono le parole di Vincenzo Caponi per la lista Idee in Comune.

«Ci dispiace moltissimo per tutti i nostri sostenitori, i candidati e per il nostro leader politico candidato sindaco, Mario Chiavetta – afferma -, il quale si è adoperato instancabilmente per portare avanti un progetto secondo noi assolutamente vincente. A lui va un ringraziamento speciale e tutta la nostra vicinanza».

«Idee in Comune vuole guardare avanti – prosegue Caponi -, fin da ora, anzi fin da ieri, ripartendo dalle condizioni esistenti. Ad oggi ci sono due liste in campo, una lista è quella della vecchia amministrazione contro cui abbiamo cercato di presentare un’alternativa di governo, l’altra è l’alternativa rimasta con a capo Paola della Santina. Nessuna delle due liste rispecchia pienamente la nostra idea di amministrazione, ma il grado in cui non la rispettano, i motivi, sono molto diversi e su questo vogliamo fare una seria riflessione. Il nostro percorso politico di Idee in Comune ed il mio in particolare, è nato a fianco di Sinistra Italiana, con loro abbiamo mosso i primi passi e deciso di presentare la mia possibile candidatura a sindaco a primarie di coalizione che non abbiamo potuto fare. Con Si abbiamo lavorato nella redazione di parte del programma della coalizione di centrosinistra. La nostra divergenza è nata su premesse strategiche. Per noi era prioritario rafforzare una lista variegata in cui la sinistra avrebbe potuto contribuire a determinare l’indirizzo politico su punti qualificanti, Si invece ha scelto di creare una lista alternativa più a sinistra nella speranza di portare queste stesse istanze dall’opposizione. Data la nostra eliminazione, il dilemma strategico non si pone neanche più. Rimane dunque da verificare se le condizioni che ci hanno portato a percorrere un tratto insieme esistono ancora e se sia possibile riallacciare un rapporto con la lista di Paola per portare il nostro contributo programmatico».

«Abbiamo – aggiunge – già inviato un messaggio a Marco Sabatini per Sinistra Italiana e speriamo nella volontà di Si e di tutti i candidati della lista di voler dialogare con noi nell’immediato della prosecuzione della campagna elettorale».

«In ogni caso raccomandiamo a tutti i cittadini di votare – conclude Caponi -. Non siamo noi gli unici depositari della democrazia, non può essere un nostro errore a decretare la non democraticità di un’elezione. Non possiamo e non dobbiamo avere questa presunzione».

 

Commenti