Quantcast

Il Grosseto saluta la Coppa Italia: sconfitta per 2-0 a Pescara

Più informazioni su

PESCARA – Rimane la delusione per il rigore fallito, che poteva riaprire i giochi, e per le diverse occasione sbagliate, anche se la gara contro il Pescara lascia comunque ai biancorossi diversi aspetti positivi. Primo tra tutti l’ottimo primo tempo del Grosseto, beffato solo a pochi minuti dall’intervallo dal gol di Zappella. Bene anche l’esordio dei tanti nuovi arrivati, da Fallani tra i pali a Ghisolfi come trequartista passando per Verduci, Biancon, Salvi e Artioli.

Foto Noemy Lettieri – Us Grosseto 1912

Turn over abbondante per i biancorossi, che vedono anche l’esordio di Fallani tra i pali, Verduci, Biancon e Salvi in difesa, Artioli a centrocampo e Ghisolfi, dal primo minuto, come trequartista. La prima occasione è per gli ospiti, con lo stop a seguire di Ghisolfi che avanza fino al limite dell’area ma il tiro non impensierisce Sorrentino. Un minuto dopo il Pescara si fa vedere con Zappella che serve un pallone interessantissimo per Galano, ma Fallani in tuffo lo anticipa. Dopo dopo ci prova Nzita, con una bella incursione, ma è ancora Fallani a chiudere in angolo. Al 13’ ancora Ghisolfi, con una bella giocata, apre per Moscati che dal limite prova a incrociare ma è bravo Sorrentino a parare. Il Grosseto sta bene il palo colpito da Ciolli di testa, al 17’, lo dimostra, nonostante la posizione di fuorigioco. Alla mezz’ora l’occasione più ghiotta: Ghisolfi fa partire il contropiede servendo De Silvestro che dal limite serve un pallone d’oro per Moscati, ma il bomber a tu per tu con Sorrentino in uscita non riesce a trovare il vantaggio. Al 39’ il Pescara passa, con il gol di Zappella sotto porta, servito da Nzita. A inizio ripresa, dopo appena 5’, il Pescara raddoppia con il tiro da fuori di D’Ursi, sulla respinta di Fallani. Al 27’ Moscati viene atterrato in area da Sorrentino, per l’arbitro è rigore. Dagli undici metri, però, Moscati si fa parare il tiro sciupando l’occasione della rimonta. A dieci minuti dalla fine il Pescara prova a chiudere la partita, con un colpo di testa sotto porta, ma Fallani compie l’ennesimo miracolo chiudendo la porta biancorossa. Pochi minuti dopo altro miracolo, questa volta in volo, a chiudere sul tiro di Galano. L’ultima occasione, al novantesimo, è per il Grifone con il bel tiro da fuori di Fratini che impegna Sorrentino. Adesso, archiviata la Coppa Italia, si torna a pensare al campionato con l’importantissimo derby di domenica prossima contro la Carrarese.

 

Coppa Italia | Pescara-Grosseto 2-0

PESCARA: Sorrentino, Illanes, Ingrosso, Veroli, Zappella, Diambo(30’ st Sanogo), Rizzo, Nzita, Galano, Ferrari (35’ st Valdifiori), D’Ursi (17’ st Delle Monache). A disposizione: Radaelli, Di Gennaro, Rasi, Drudi, Pompetti, Cancellotti, De Marchi, Frascatore, Clemenza. All. Auteri.

GROSSETO: Fallani, Biancon (26’ st Raimo), Ciolli (12’ st Siniega), Salvi, Verduci, Fratini, Artioli, Piccoli (1’ st Serena), Ghisolfi (12’ st Cretella), De Silvestro (1’ st Marigosu), Moscati. A disposizione: Barosi, Semeraro, Vrdoljak, Salvadori, Tiberi. All. Magrini.

ARBITRO: Simone Taricone di Perugia (Tempestilli di Roma2, Cerilli di Latina)

RETI: 39’ Zappella, 6’ st D’Ursi.

NOTE: al 27’ st Sorrentino para un rigore a Moscati. Recupero 0’ pt, 3’ st.

Più informazioni su

Commenti