Quantcast

Ecco come protegge il vaccino: l’87% dei ricoveri in terapia intensiva non è vaccinato

FIRENZE – Negli ultimi due giorni i nuovi casi di Coronavirus in Toscana stanno diminuendo. Nella giornata di ieri, lunedì 13 settembre, in Toscana si sono registrati 207 nuovi casi mentre oggi, martedì 14 settembre, i nuovi casi sono 279 con un tasso dei nuovi positivi dell’1,59 per cento.

Sono numeri che fanno ben sperare che il virus stia mollando un po’ la presa e la conferma che la campagna vaccinale sia arrivata a proteggere un alto numero di persone. 
In Toscana, ad oggi, sono stati somministrati 5.108.788 dosi di vaccino.

Uno dei dati di maggior interesse, è senz’altro il numero delle ospedalizzazioni, specialmente delle persone ricoverate in terapia intensiva, in correlazione con la vaccinazioni somministrate.
Il presidente della Regione Eugenio Giani ha diffuso questa mattina uno schema (vedi sotto) in cui viene illustrato il numero degli ingressi in terapia intensiva riferito alla scorsa settimana.
Di 23 persone ricoverate dal 6 al 13 settembre sono 20 i pazienti non vaccinati, pari al 86,96 per cento. Infatti, solo 3 sono risultati vaccinati contro il Covid-19, un uomo di 65 anni e 2 ultrasettantenni; tutti gli altri non avevano fatto neppure una dose di siero.

schema Regione 14 settembre 2021

Sono più uomini che donne che occupano i letti della terapia intensiva questa settimana: su 23 ricoveri sono 18 i maschi (78,26%) e 5 le femmine (21,74%). Nei ricoverati vaccinati, che ricordiamo sono 3, si tratta infatti di tre uomini di 61, 73 e 82 anni.

Rispetto all’inizio della pandemia e prima della campagna vaccinale, è sceso anche l’età dei ricoverati in terapia intensiva. Sempre in riferimento ai dati della scorsa settimana, l’età media dei ricoverati in terapia intensiva è 50 anni, ma, come si legge nel grafico, ci sono anche persone molto giovani. Fra i degenti in condizioni critiche ci sono infatti anche due ragazzi di 21 e 23 anni e due giovani donne di 33 anni, non vaccinati.

I dati diffusi della Regione Toscana confermano quindi che la variante Delta, quando colpisce, può essere molto pericolosa soprattutto fra coloro che non si sono vaccinati, a prescindere dall’età.

Commenti