Quantcast

Don Adrian è il nuovo parroco di Civitella Marittima

CIVITELLA MARITTIMA – E’ don Adrian Dobos il nuovo pievano della Pieve di S. Maria in Montibus a Civitella Marittima in diocesi di Siena e provincia di Grosseto.

Durante una messa solenne concelebrata con il Vicario Episcopale Foraneo Montalcino e Amiata e parroco di Montalcino monsignor Luca Bonari, e la partecipazione anche del Sindaco di Civitella Paganico Alessandra Biondi, è stato presentato a tutto il popolo il nuovo pastore che guiderà la parrocchia di Civitella Marittima che, com’è noto, comprende anche la famosa Abbadia Ardenghesca.

Don Adrian nato il 11/06/1977 a Targoviste (Romania) è stato ordinato sacerdote il 19/07/2009 in Jinja (Uganda) da S.E. il vescovo monsignor Joseph B.L.Villigers; si è diplomato in Romania nel 1997 in specializzazione sportive calcio, poi a Roma nel 2006 in filosofia e nel 2007 in teologia e mariologia.

Il sacerdote ha ultimamente ricoperto dal 2012 vari incarichi nelle parrocchie di Arcidosso e casa di riposo delle Suore, Cinigiano, Porrona, Monticello Amiata, Montenero, Seggiano, Pescina, Montelaterone, Montegiovi, cappellano all’Ospedale di Casteldelpiano ed alla casa di riposo Vegni, appartenenti alla diocesi di Siena e situate in provincia di Grosseto.

La parrocchia di S.Maria in Montibus conserva ancora un grato ricordo dei suoi pievani: i fratelli civitellini  Domenico e Pompeo Comporti che impreziosirono la chiesa nell’800; don Liberio Lorenzini, dal 1897 al 1918, che fu alla testa del suo popolo nella battaglia per gli usi civici; il civitellino don Lorenzo Guidi dal 1919 al 1927; don Augusto Ricci, dal 1928 al 1945, che ha lasciato scritto una storia del paese e che volle allestire per i suoi amati boy scouts un campo estivo proprio a Civitella; don Renato Pennesi, dal 1945 al 1957, al cui interessamento è dovuta la costruzione del nuovo palazzo dell’asilo infantile S.Caterina (oggi purtroppo in uno stato fatiscente); don Piero Montegrossi che è stato a Civitella per quasi 40 anni (dal 1957 al 1995) e che ebbe importanti relazioni sociali in tutta la Toscana e oltre, messe poi a disposizione ed a favore dei suoi parrocchiani e della comunità; ultimo titolare della parrocchia è stato dal 2001 al 2013, anno della sua morte, il colto e combattivo don Benedetto Carbone.

Don Adrian si è subito messo a disposizione del popolo affiggendo fuori dalla chiesa il suo numero di cellulare e giovedì si terrà un incontro al quale sarà presente anche il Sindaco di Civitella Paganico Alessandra Biondi, con i rappresentanti della Confraternita di Misericordia, del gruppo Fratres, dell’AIDO, della Pro Loco, dell’Unione Sportiva Civitella, della ASBUC (Usi Civici), dei Cantori del Maggio, della redazione de “Il Civitellino”, dell’Associazione Civitella Bike & Trekking della “Squadrina” di caccia al cinghiale, della Macelleria Cappelli,della distilleria Nannoni che gli offrirà la famosa grappa di Brunello e del Frantoio delle Colline Ardenghesche che gli farà omaggio del prelibato olio di Civitella. Nei prossimi giorni si incontrerà con lo scrittore e storico Gianpaolo Franceschini che donerà al pievano il suo libro sulle Confraternite e quello sul canto del Maggio. A questo incontro ne seguiranno altri con le realtà sociali ed economiche del territorio.

Commenti