Quantcast

Inizia la scuola, più controlli di Polizia e forze dell’ordine: la Prefettura vara il piano per i prossimi giorni

GROSSETO – Questa mattina il Prefetto di Grosseto ha presieduto una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per procedere, nell’imminenza dell’avvio del prossimo anno scolastico, a un punto di situazione anche sotto il profilo dell’osservanza delle misure generali di contenimento.

L’incontro odierno ha fatto seguito alla più recente riunione del Tavolo prefettizio di raccordo scuola – trasporti, organismo competente per l’attività di coordinamento dei servizi di trasporto pubblico locale con la programmazione dell’attività didattica negli istituti scolastici di istruzione secondaria superiore della provincia.

In apertura della seduta odierna di Comitato provinciale, il Prefetto ha condiviso con le parti presenti quanto emerso dall’attività del Tavolo prefettizio, che ha applicato le più recenti “Linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del COVID – 19 nel trasporto pubblico”.

“Alla luce dei parametri applicati all’attività scolastica e ai servizi di trasporto – ha dichiarato il Prefetto – “per questo territorio provinciale è stato definito il nuovo programma di esercizio per garantire il trasporto in sicurezza di studenti e utenti. A fronte della prevedibile maggior movimentazione di studenti sul territorio, inoltre, non deve mancare, soprattutto nei punti di più intenso afflusso, un’azione mirata di sensibilizzazione per tutti all’adozione di comportamenti responsabili nell’interesse generale”.

Si è concordato, pertanto, di disporre un’intensificazione dei servizi a cura delle Forze di polizia statali, integrati dal concorso di polizia provinciale e locale e aperti all’apporto collaborativo, a titolo di volontariato, degli aderenti alle Associazioni ufficiali e personale a riposo delle Forze di polizia.

“In concomitanza con l’avvio dell’anno scolastico e nei giorni immediatamente a seguire” – ha concluso il Prefetto – “sarà costante il monitoraggio della situazione attraverso i referenti del Tavolo prefettizio”.

Commenti